Al via le Doggie Beach, le spiagge “a quattro zampe”

doggie beachPINETO – Partono le Doggie Beach pinetesi, le spiagge dedicate agli amici a quattro zampe. In questi giorni
inizieranno i lavori per preparare al meglio le due aree che saranno dedicate alle vacanze dei cani e
dei loro padroni. “Saranno pronte molto presto. Siamo molto felici che siano partite perché tante
sono state le richieste, sia da parte di tanti pinetesi sia da parte dei turisti”, ha commentato
l’assessore alla Tutela degli animali Laura Traini.
Le spiagge saranno due, la prima in corrispondenza del tratto nord della pista ciclabile Pineto-
Scerne, la seconda in corrispondenza di via XXV Aprile. I due tratti di arenile saranno delimitati e
dotati di cartellonistica per spiegare al meglio le regole. Tutti i cani che vi accederanno dovranno
essere in regola con le vaccinazioni e iscritti all’anagrafe canina. I proprietari dovranno essere
muniti del guinzaglio e delle palette per raccogliere gli escrementi che dovranno essere gettati nei
contenitori approntati dal Comune. L’utilizzo delle spiagge sarà consentito dall’alba al tramonto e
oltre ad una sosta sulla spiaggia, i cani potranno anche fare il bagno, esclusivamente nello
specchio di mare antistante, dalle 12:30 alle 14:30 e dalle 18:30 alle 20.
“Negli anni scorsi era già stata attivata la spiaggia canina, ma non era facilmente fruibile – ha
spiegato l’assessore Traini – così abbiamo deciso di spostarla e potenziarla, sistemandone una
anche non lontano da Pineto Centro. Credo che sia non solo una questione di civiltà, perché ormai
quasi tutti hanno un cane, ma anche un servizio che possiamo offrire ai turisti, che da oggi sanno
che se vogliono venire in vacanza a Pineto con il loro amico a quattro zampe, possono
assolutamente farlo”.
Dall’assessore anche un appello al rispetto delle regole da parte dei proprietari dei cani. “Questi
sono luoghi che possono esistere solo grazie alla civiltà di tutti – ha ricordato Traini – So che la
maggior parte dei padroni sono persone assolutamente educate. Invito queste persone educate a
segnalare alla Polizia Municipale chiunque contravvenga alle regole, che devono essere rispettate
senza sconti per nessuno”.

Piano spiaggia approvato, la parola all’Amministrazione

spiaggia01ROSETO – Grande soddisfazione espressa dal sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone, e da tutta l’Amministrazione comunale per l’approvazione del nuovo Piano Spiaggia della città.

Nonostante gli sterili ed inconcludenti tentativi di strumentalizzazione e bieco ostruzionismo da parte di tutta l’opposizione, ed in particolare del Partito Democratico, ieri sera il Consiglio comunale ha approvato con i voti favorevoli della maggioranza e contrari del Pd questo importante strumento che darà una decisiva spinta allo sviluppo turistico ed economico della nostra cittadina” sottolinea il primo cittadino Enio Pavone.

A testimonianza della grande attesa che c’era in tutta la città per l’approvazione del nuovo Piano demaniale ieri sera, in Consiglio comunale, era nutrita la presenza di albergatori, balneatori ed operatori del settore che, dopo anni di immobilismo dettato da interessi privati e personalistici di una parte politica, hanno finalmente potuto festeggiare la nascita di questo fondamentale strumento, realizzato tra l’altro a costo zero” dagli uffici interni dell’Ente, che colma finalmente il gap accumulato in questi anni e che ha paralizzato lo sviluppo del comparto e bloccato gli investimenti degli operatori del settore” continua il sindaco.

Questo Piano Spiaggia – prosegue il primo cittadino – consentirà finalmente di ripensare lo sviluppo turistico della nostra città garantendo, tra le altre cose, ai balneatori di esercitare la loro attività in maniera sempre più completa e funzionale estendendola anche ad alcuni servizi quali la ristorazione e le serate a tema musicale”.

 

Ci tengo infine a precisare, visto che in questi ultimi mesi ho letto un sacco di falsità e disinformazione a tal proposito, che le spiagge libere nel nostro Piano demaniale arrivano a oltre il 32% del totale, ben oltre il limite minimo fissato al 20% dal Piano demaniale regionale. Questo esclusa la riserva del Borsacchio, con la quale si arriva a ben il 49%” continua il sindaco Pavone.

 

Ora capisco che dinanzi ad un tale risultato le opposizioni abbiano, quale unica sterile arma, quella di attaccarci diffondendo allarmismo, falsità e fumo negli occhi, ma i risultati raggiunti sono sotto gli occhi di tutti” conclude.  “La nostra Amministrazione verrà ricordata come quella che ha ridato speranza alla città ed uno strumento turistico ed economico degno di una realtà come Roseto degli Abruzzi, con la possibilità di nuovi investimenti e di crescita anche occupazionale, il tutto garantendo la presenza di spiagge libere” .

Terminate le operazioni di pulizia della spiaggia libera

fabrizio fornaciari
L’Assessore ai Lavori Pubblici e Ambiente, Fabrizio Fornaciari

ROSETO – E’ pressoché terminata l’operazione di pulizia delle spiagge, in vista delle festività pasquali, iniziata nelle scorse settimane. Difatti, nonostante le ultime mareggiate abbiano trasportato nuovo materiale sulla battigia, questo è stato puntualmente rimosso dalle ditte incaricate. Come annunciato il livellamento della sabbia in corrispondenza dei fossi principali e la relativa posa dei primi tubi a mare sono stati effettuati, è stata poi completamente rimossa l’ingente quantità di plastica depositata lungo l’arenile della zona sud del Lungomare Trieste, così come l’eradicazione delle erbacce sulle spiagge libere, salvo nello spazio del rimessaggio barche a nord dello stabilimento “Luna Rossa”, sulla spiaggia libera di fronte al Mion Grand Hotel e antistante lo stabilimento “Vigili del Fuoco”. Questo è stato rimandato solo di qualche giorno a causa dell’avvenuta nidificazione di alcuni esemplari di fratino (Charadrius alexandrinus), i cui nidi sono stati opportunamente segnalati e recintati dalle associazioni ambientaliste.
“La collaborazione tra l’Amministrazione comunale e le associazioni dei balneatori, con le attività pianificate e concertate, ha prodotto pavone-fornaciari-300x224risultati positivi che rendono fruibile già in questo periodo l’arenile con largo anticipo rispetto al passato e rispetto a qualche cittadina limitrofa” dichiara Fabrizio Fornaciari, Assessore ai Lavori Pubblici e Ambiente.
“In merito alla nidificazione del fratino, i nostri uffici hanno operato in un’ottica di collaborazione con le associazioni ambientaliste e la Stazione ornitologica abruzzese, sacrificando necessariamente qualche giorno di lavoro per consentire la segnalazione dei nidi al fine di garantire la massima tutela come previsto dalla normativa vigente. Sarà pertanto nostra cura intervenire quanto prima per terminare il lavoro ed effettuare gli ultimi ritocchi nell’arenile tra il Tordino e il Vomano” conclude Fornaciari.