Quest’anno più che mai, Jisce Sole a Mutignano spera la rinascita del sole

J“sce sole 2016MUTIGNANO – Torna a Mutignano dal 17 al 19 giugno la tre giorni di Jisce Sole, la manifestazione dedicata ai riti della rinascita del sole. Organizzata dall’Associazione Culturale Mutignano Eventi, con la collaborazione del Centro Etnomusicologico d’Abruzzo, “Jisce Sole” vuole andare alla riscoperta delle tradizioni del solstizio estivo che animeranno i vicoli del borgo antico.

Si parte venerdì 17, alle ore 20, con le esibizioni dei giovani suonatori di organetto, e con i canti, i suoni e i balli del gruppo “Li Straccapiazze”. Sabato 18 si entra nel pieno della riscoperta delle tradizioni centenarie, a partire dalle ore 20, con i riti del “Cummare a fiure”, dello “Zombe lu foche” e della “Uazze di San Giuvanne”, con la partecipazione del gruppo “Li Lupi della Majella”. A mezzanotte e mezza, partirà invece la camminata notturna che dal Borgo antico arriverà sino alla Pinetuccia, per assistere all’alba e alla rinascita del sole. Tutti gli eventi saranno accompagnati dalle musiche della tradizione e dai balli tipici che hanno caratterizzato le feste delle comunità rurali nei secoli passati. Alle 5:26, il momento dell’alba, si svolgerà infine il rito del “Jisce Sole”.
Sia sabato che domenica, a partire dalle ore 18, vi saranno invece i laboratori di danze tradizionali con la maestra Anna Anconitano. In tutti e tre i giorni, vi saranno anche gli stand gastronomici e la mostra mercato di ArtigianArte presso piazza S. Silvestro.

Pineto, il Solstizio d’Estate si festeggia con “Jiscë Solë”

image1_600x187PINETO – Si svolgerà nelle serate del 19 e 20 Giugno “Jiscë Solë“, la tradizionale festa che segna l’inizio dell’estate che si svolge nel Borgo Antico di Mutignano, organizzata dall’associazione “Mutignano Eventi” e dal Centro Etnomusicologico d’Abruzzo, con la direzione artistica di Carlo Di Silvestre. L’evento vede come unico protagonista il sole nel rituale del Solstizio d’Estate. Giornate, queste, avvolte da sempre da un velo di mistero, magia e leggende che ci rimandano ad antichi riti popolari. Il borgo antico di Mutignano, in cui ancora forti vivono le tradizioni, con l’appuntamento “Jiscë solë” rafforza i propri legami con il passato ed il presente aprendo le porte ai visitatori. I canti della buona sorte, le stornellate e le serenate con i ritmi di saltarello, jìsciana, cotta, ballarelle e quadriglie di tradizione abruzzese animeranno il borgo di Mutignano nelle due serate caratterizzate dagli antichi rituali di buon auspicio e di purificazione quali “Zombë lu fochë”, “La uàzzë e lu mazzulinë di San Giuànnë”, “Cummarë e cumbarë a fiurë”. Da cornice gli stand di strumenti musicali tradizionali, di CD e libri sulla musica folk nonché di stand di artigianato ed una mostra fotografica dedicata ai paesaggi d’Abruzzo. Gli stand gastronomici proporranno i piatti tradizionali del solstizio d’estate.

PROGRAMMA

Venerdì 19 i momenti danzanti saranno coordinati da Anna Anconitano con le musiche di Silvia Santoleri, Denis Di Donato e Guido Iampieri, a seguire il rituale di purificazione “zombë lu fochë”.

Nel pomeriggio del 19 e del 20 Anna Anconitano terrà un laboratorio sulle danze abruzzesi presso il Parco Castellaro di Mutignano.
Il 20 il rituale si aprirà con la quadriglia e di seguito i rituali di Cummarë a fiurë e La uazzë di San Giuvannë; alle ore 23,00 si esibirà il gruppo di riproposta Il passagallo, reduce dalla recente tourèe australiana con concerti a Melbourne, Adelaide e Perth. Alle 24,30 la fiaccolata notturna in musica sino alla “pinetuccia” da dove salutare il sole nascente bisbigliando “Jìscë solë”.

Grande successo per “Jisce Sole”

10277910_10203268643910857_914151288442265289_n_424x600PINETO – Sabato notte si sono concluse, con il saluto al primo sole d’estate, le due serate della manifestazione “Jisce Sole” che ha incassato grande successo e partecipazione lungo i vicoli di Mutignano. Canti, balli e rievocazioni delle antiche tradizioni contadine legate al solstizio d’estate hanno richiamato tante persone, non solo da Pineto, ma anche dalle cittadine vicine, soprattutto giovani. “Siamo molto felici che questo evento sia stato accolto così bene, anche da parte dei ragazzi, perché si tratta di tradizioni che sono parte integrante della nostra cultura e che non devono andare perse“, ha dichiarato Carlo Di Silvestre, tra gli organizzatori della manifestazione. Dopo l’esibizione di cantori tipici e la rievocazione di alcune tradizioni legate al territorio, una fiaccolata è passata per le vie del paesino raggiungendo la Pinetuccia, per ammirare il primo sole estivo.

“Sono molto felice per la splendida riuscita di questa manifestazione – ha dichiarato il sindaco di Pineto Robert Verrocchio – e ringrazio l’Associazione Culturale Mutignano Eventi per l’impegno nell’organizzare queste due belle serate. Il borgo di Mutignano custodisce la nostra storia, una storia che dobbiamo saper valorizzare e far conoscere il più possibile soprattutto ai ragazzi. Bisogna puntare sempre di più su idee come questa perché Mutignano se lo merita“.

Aspettando il solstizio d’estate con “Jisce Sole”

10277910_10203268643910857_914151288442265289_n_424x600PINETO – Si svolgerà a Mutignano nelle serate di venerdì 20 e sabato 21 giugno “Jisce Sole”, la manifestazione dedicata alla rievocazione dei riti e delle tradizioni legati al solstizio d’estate. L’evento è stato presentato questa mattina nella Sala Corneli della Villa Filiani di Pineto, alla presenza dell’organizzatore Carlo Di Silvestre, dell’assessore con delega al Borgo Antico di Mutignano Gabriele Martella e del Presidente del Consiglio cittadino con delega alla Cultura Ernesto Iezzi. La manifestazione vede come unico protagonista il sole che in questi giorni si punta in cielo donandoci lunghe ore di luce. Le due serate mutignanesi saranno caratterizzate dai riti tradizionali del “Zombë lu fochë”, “La uàzzë e lu mazzulinë di San Giuànnë”, “Cummarë e cumbarë a fiurë”, accompagnate dalle musiche tradizionali come il saltarello, la quadriglia, le serenate e le stornellate, con la presenza di stand gastronomici con i piatti tradizionali del solstizio d’estate. Dalle ore 21, saranno presenti i gruppi “Lu Solë allavatë”, “Li lopë dë la Majellë” e “Lu passagallë”, suonatori e cantori locali.

Sono tradizioni profondamente legate al mondo dell’agricoltura e della pastorizia, che culminano con i riti propiziatori di buon auspicio e di purificazione“, ha spiegato Carlo Di Silvestre, uno degli organizzatori della manifestazione.

“Si tratta di riti antichissimi che fanno parte del patrimonio immateriale del nostro territorio – ha dichiarato Ernesto Iezzi – che dobbiamo difendere, far conoscere sempre più e valorizzare al pari di quanto è stato fatto in altre zone d’Italia, perché si tratta di vere e proprie ricchezze culturali“.

Sono felice che la prima conferenza stampa della nuova amministrazione sia dedicata proprio a Mutignano – ha dichiarato l’assessore Gabriele Martella . “Si tratta di un evento culturale che dovrà sempre più diventare una delle punte di diamante della nostra offerta, e ringrazio anche l’Associazione Culturale Mutignano Eventi per l’impegno che hanno avuto nell’organizzare questo evento“.