Teramo, eletti i candidati consiglieri dei Giovani Democratici

gd teramo logo (1)_600x452TERAMO – “Avevamo due candidati in Provincia ed entrambi hanno avuto la fiducia dei propri concittadini”, dichiara Valerio Del Papa segretario provinciale dei GD, “non posso che augurare il meglio a Simone Aloisi neo consigliere di Roseto e a Matteo Sabini neo consigliere di Colonnella”. 
Entrambi hanno ottenuto un buonissimo risultato: Simone Aloisi ha ottenuto 269 preferenze, mentre Matteo Sabini con i suoi 139 voti è risultato il più votato della sua lista ed il secondo più votato in assoluto.
Questi risultati sono il frutto della grande passione e dell’impegno di questi due ragazzi nel fare politica. La costanza e la serietà premiano sempre.
La nostra giovanile sta crescendo molto bene, stiamo creando una rete importante di consiglieri comunali, infatti oltre ai due neoeletti, ricordiamo chi già ricopre questo ruolo come Mirko Rossi a Mosciano Sant’Angelo e Stefano Rapali a Corropoli. Ora possiamo iniziare a pensare di costruire una rete di amministratori e questo, oltre alla crescita dei nostri consiglieri, permetterà anche una maggiore facilità di diffusione delle nostre idee e dei nostri progetti. Da oggi porteremo avanti diverse iniziative ma uno sguardo particolare lo rivolgiamo alle elezioni comunali del 2017 dove cercheremo di proseguire al meglio questo importante percorso intrapreso. In conclusione, vorrei augurare buon lavoro anche ad Anna Bosco e Antonio Del Casale, neo consiglieri comunali GD di Vasto“.

I Giovani Democratici presentano i loro candidati

gd teramo logo (1)_600x452TERAMO – Anche in questa tornata elettorale che avrà luogo il 5 giugno, i Giovani democratici della Provincia di Teramo saranno protagonisti grazie ai loro candidati presenti in due comuni che andranno al voto.

Per il Comune di Roseto degli Abruzzi, il candidato in quota GD è Simone Aloisi, 29 anni, dottore in pianificazione dell’ambiente e del territorio, presente nella lista Pd per il candidato sindaco Sabatino di Girolamo.
Nel Comune di Colonnella, presente nella lista “Colonnella cambia” che vede Eleanna Pandolfelli come candidato sindaco, c’è il candidato Matteo Sabini, 27 anni, ex segretario Gd della Provincia di Teramo, attualmente tirocinante in Progettazione europea.

Valerio Del Papa, segretario provinciale dei Giovani Democratici teramani dichiara: “Spero che l’impegno e la voglia di aiutare il proprio comune, che i nostri candidati hanno dimostrato in questi anni, venga recepita dai loro concittadini. La fortuna e la bellezza di appartenere ad una comunità come quella dei “Giovani democratici” è che si tratta di una continua scuola di formazione politica, dove si entra a contatto con i problemi ma soprattutto si acquisiscono le conoscenze e gli strumenti per risolverli, inoltre si ha la possibilità di conoscere metodi moderni di amministrazione, cosa che avviene grazie ai convegni, forum ed incontri che sviluppiamo durante l’anno. Inoltre ricordiamo che siamo in prima linea nel formulare progetti e proposte come “Il filo della speranza” e “Letture d’evasione” che sono progetti con cui abbiamo raccolto gomitoli di lana e libri poi donati al carcere di Castrogno per i progetti di recupero dei detenuti, ed ancora “Una scelta in Comune” dove abbiamo presentato una mozione, in diversi Comuni, con ottimi risultati, chiedendo di dare la possibilità ai cittadini di scrivere sulla propria carta d’identità la propria volontà di essere donatori di organi. Mentre per il prossimo futuro il nostro impegno è di portare all’attenzione dei Comuni, l’attuazione dell’Alternanza scuola-lavoro. Una cosa è certa: i nostri candidati, Matteo Sabini e Simone Aloisi uniscono alla freschezza delle proprie idee, anche un importante percorso politico che li rende maturi. Spero fortemente che Matteo e Simone ottengano un buon risultato come già accaduto a Mirko Rossi, consigliere a Mosciano S.Angelo e capogruppo della coalizione “Mosciano democratica” ed a Stefano Rapali, consigliere comunale del Comune di Corropoli”.

I Giovani democratici della provincia di Teramo fanno i loro migliori auguri ai loro candidati ed auspicano che i cittadini dei due comuni scelgano di dare la fiducia che meritano a Matteo Sabini e Simone Aloisi.

Giovani Democratici, in arrivo una mozione sull’alternanza scuola-lavoro

gd teramo logo (1)_600x452TERAMO – Dal convegno organizzato venerdì scorso nella Sala Consiliare del Comune di Teramo dai Giovani Democratici della Provincia è nata una proposta: quella di impegnare concretamente i Comuni e gli Enti pubblici in generale a sviluppare insieme alle scuole dei percorsi formativi di Alternanza Scuola-Lavoro. La proposta sarà presentata entro pochi giorni sotto forma di Mozione proprio dai Giovani Democratici.

L’estensione dell’Alternanza Scuola-Lavoro a tutti gli alunni di tutti gli indirizzi di scuola superiore, sia pure per un numero di ore diverso fra i Licei e gli Istituti Tecnici e Professionali, è una delle novità più significative della Legge 107/2015, nota con il nome di “Buona Scuola”. Per questo i Giovani Democratici teramani, insieme al Gruppo Consiliare PD del capoluogo, si erano fatti promotori del dibattito di venerdì scorso, che ha visto la partecipazione di Simona Malpezzi, Deputata della Commissione Istruzione.

«Al convegno di venerdì scorso, realizzato anche grazie al grande impegno dei docenti Francesco Sfredda e Flavio Bartolini, abbiamo raccolto testimonianze di ragazzi da tutto l’Abruzzo», afferma il Segretario Provinciale dei Giovani Democratici Valerio Del Papa. «Quello che è emerso è che alcune scuole, specialmente quelle situate in zone economicamente svantaggiate e quelle meno abituate a cercare un dialogo col mondo del lavoro, stanno avendo grossi problemi ad organizzare i percorsi d’Alternanza. Per questo abbiamo deciso di iniziare una campagna di mobilitazione per spingere tutti i Comuni e gli Enti pubblici a prendere al più presto contatto con gli Istituti Superiori del loro territorio, in modo che anche essi possano accogliere dei ragazzi. Le difficoltà di trovare partner adeguati nel settore privato, che lamentano alcuni degli Istituti, sono reali: per questo riteniamo essenziale che anche il settore pubblico faccia la sua parte e la faccia bene, approntando Progetti Formativi sensati e coerenti con l’indirizzo di studi dei ragazzi che accoglierà».

«Lo strumento che abbiamo scelto per portare avanti questa battaglia è quello della Mozione», continua Valerio Del Papa. «L’anno scorso grazie alla nostra Mozione “Una scelta in Comune” il numero di Comuni che offrivano la possibilità di dichiarare al momento del rinnovo della Carta d’Identità il proprio consenso o non consenso alla donazione degli organi nella nostra Provincia è passato da zero a venti. Speriamo di avere lo stesso successo con la Mozione sull’Alternanza: è una richiesta che ci arriva dal mondo della scuola e siamo felicissimi di farcene portavoce».

I Giovani Democratici di Teramo a Montecitorio per lanciare le “Letture d’evasione”

20150226_115021_600x450TERAMO – Ieri mattina i Giovani Democratici della provincia di Teramo, sono stati protagonisti della conferenza stampa svoltasi presso la Camera Dei Deputati a Roma, organizzata dai parlamentari del PD Laura Coccia e Kalid Chaouki e moderata dal direttore de “Il Garantista” Piero Sansonetti.

Tema della conferenza stampa il lancio su scala nazionale dell’iniziativa “Letture d’evasione”, ideata dal responsabile dipartimento cultura PD Abruzzo Loris Di Giovanni e implementata nella provincia teramana dai Giovani Democratici, grazie alla quale sono stati raccolti oltre 700 volumi che sabato 28 febbraio verranno consegnati al carcere di Castrogno.

Tra gli interventi programmati della conferenza stampa anche quello del segretario provinciale dei GD Teramo Matteo Sabini, al quale è stato chiesto di raccontare l’esperienza teramana: “Per la prima volta la nostra federazione provinciale è capofila a livello nazionale con un grande progetto di solidarietà: in questi mesi abbiamo raccolto più di 700 volumi tra libri, alcuni anche in lingua, dizionari, grammatiche e altri testi scolastici con il duplice scopo di contribuire al miglioramento delle condizioni carcerarie e favorire la scolarizzazione dei detenuti, in modo da facilitarne il reinserimento dopo aver scontato la pena. Il 7-8 dicembre avevamo presentato il progetto “Letture d’evasione” al tavolo “carceri” della Factory365 – (l’evento nazionale promosso dai GD che aveva visto anche la partecipazione del premier Renzi, ndr) – e in una lettera firmata insieme al segretario regionale dei GD Abruzzo Marco Rapino avevamo proposto la sua estensione su tutto il territorio nazionale“. L’appello è stato dunque accolto dall’On. Laura Coccia, protagonista di un evento sulla riforma della scuola organizzato dai Giovani Democratici di Giulianova nello scorso novembre, e dall’On. Kalid Chaouki, i quali stanno coinvolgendo altri territori in tutta Italia in questa importante iniziativa, in primis i circoli GD della capitale, che hanno già dato il via alla raccolta.

Nel frattempo la raccolta continua fino a domani, sabato 28 febbraio, quando alle 9.30 verrà effettuata la consegna al carcere di Teramo. I libri che non soddisfano i requisiti del regolamento carcerario (volumi con la copertina rigida o con troppe scritte) verranno invece donati a “Casa Maia”, l’istituto finanziato dalla provincia di Teramo che dà accoglienza alle donne che fuggono da gravi casi di violenza domestica, sinora sprovvisto di una biblioteca.

Ma l’impegno dei Giovani Demcoratici teramani con il carcere di Teramo non si ferma qui: “Sabato – spiega il segretario Matteo Sabinioltre ai libri e dizionari consegneremo anche dei computer, che permetteranno ai detenuti di frequentare corsi di alfabetizzazione informatica, e i primi gomitoli raccolti nell’ambito dell’iniziativa “Il filo della speranza”, con la quale abbiamo deciso di raccogliere l’appello delle detenute del carcere di Castrogno, rimaste, a causa della scarsità dei fondi, senza la materia prima per poter realizzare indumenti nel laboratorio tessile dell’istituto penitenziario da esporre o vendere”.

.

Inaugurato il circolo dei Giovani Democratici del Cerrano

IMG-20150209-WA0028_600x478PINETO – Domenica 8 febbraio, alla Villa Filiani di Pineto, si è tenuta la presentazione dei Giovani Democratici del Cerrano. Un circolo nato, come dicono gli stessi ragazzi che ne fanno parte, “per rispondere all’esigenza di creare un mezzo di contatto tra giovani ed Istituzioni, promuovendo iniziative culturali e proposte per le Amministrazioni di Atri, Pineto e Silvi“. Sono intervenuti all’evento Silvio Ciabarra (Segretario GD Cerrano), Matteo Sabini (Segretario provinciale GD) e Marco Rapino (Segretario regionale GD). Anche Francesco Comignani, il Sindaco del Comune di Silvi, Robert Verrocchio, Sindaco del Comune di Pineto e Barbara Ferretti la Vicepresidente della Provincia di Teramo; hanno contribuito con il loro intervento. Il circolo dei Giovani Democratici del Cerrano in occasione della sua presentazione ha inoltre illustrato un’interessante iniziativa dal nome “Letture d’evasione”: una proposta di stampo culturale a favore delle biblioteche delle carceri d’Abruzzo.

Sono stati presenti anche Davide La Cara e Antonino Castorina, autori del libro “Viaggio nelle carceri”.