Pineto, un tuffo in mare e poi la tragedia. Annega bimba di 6 anni

Spiaggia_mare_mosso_600x450PINETO – N.T. aveva sei anni, era originaria di Udine ed era a Pineto con la sua famiglia per trascorrere le tanto attese vacanze estive. Oggi pomeriggio si trovava in spiaggia, tra gli stabilimenti balneari Eucaliptus da Cilli e La Torre quando, poco dopo le 17, la mamma ha perso le sue tracce: la piccola si era allontanata dall’ombrellone e la sua mamma si è messa a cercarla con l’aiuto dei bagnini e l’annuncio dallo stabilimento.

Nessuna bambina scorrazzava da sola sulla battigia, nessuna piangeva perchè allontanatasi dai genitori.

Attimi di panico quindi, finchè, un uomo che passeggiava sulla riva, non ha notato un corpo galleggiare in acqua e l’ha tirato fuori: purtroppo quel corpo era della piccola.

Immediata la rianimazione da parte del bagnino che, prima dell’arrivo della Croce Rossa venuta dalla vicinissima sede di Silvi, ha provato a farle un massaggio cardiaco: tentativi vani, perchè la bimba era già morta.

Questa è solo la ricostruzione di un tragico pomeriggio i cui attimi si sono susseguiti in un batter d’occhio e che la Polizia Municipale del Cerrano, insieme ai militari della Guardia Costiera, stanno tentando di ricostruire.

Bambino di tre anni annega a San Salvo

Spiaggia_mare_mosso_600x450SAN SALVO – Una distrazione, una svista, la disgrazia. E’ andata così alla zia che faceva compagnia al piccolo nipote di 3 anni mentre faceva il bagno a riva, nipotino di cui, improvvisamente, ha perso le tracce. Il mare, un tratto di spiaggia libera tra il lido Aurora e Playa del Sol, era mosso e il bambino è annegato tra le onde. I soccorsi sono stati immediati ma purtroppo inutili, nonostante avessero cercato di rianimarlo per un’ora. In aiuto, anche un elicottero che è venuto da Pescara e i medici dell’ospedale di Vasto. Il bimbo, di origine paraguayana, era residente a San Salvo e viveva con la mamma, che lavora in un bar della zona. Sul luogo è arrivato anche il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, che ha dato il suo supporto alla famiglia. “Troppo piccolo per una tragedia così grande“, ha commentato il sindaco.

 

Bagnino trae in salvo tre bambini

bagnino Omnia costantini e perruniROSETO – La Omnia informa che nella data odierna alle ore 10:50 l’assistente bagnanti Costantini Michele, in copertura presso il tratto di spiaggia compreso tra lo stabilimento balneare Orsa Minore e Lido Lina, ha tratto in salvo tre bambini che, colti da un attacco di panico in acqua, stavano rischiando l’annegamento. Tempestivo l’intervento del salvataggio della Omnia che è riuscita a portare in salvo le persone senza nessun danno per gli stessi. “E’ una stagione molto difficile viste le condizioni meteo-marine sempre molto incerte” commenta il responsabile Angelini che continua “l’efficiente servizio coordinato della Omnia ha evitato di trasformare un incidente in una tragedia. Siamo fieri del lavoro che svolgiamo ogni giorno sulla quasi totalità della costa rosetana con personale formato e sempre pronto.”
Tutte le operazioni sono state svolte in coordinamento diretto con l’Ufficio Locamare di Roseto del Comandante Perruni.

Sedicenne annega a pochi metri dalla riva

panoramica_porto_600x552GIULIANOVA – Tragedia ieri in spiaggia a Giulianova, intorno alle 17.00: un ragazzo di 16 anni è annegato all’altezza dello stabilimento “Azzurro Mare”, nella zona centrale, a pochi metri dalla riva.

La vittima è un giovane marocchino residente a Campli.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, ma ogni soccorso si è rivelato inutile. Il primo ad intervenire è stato il bagnino dello stabilimento che gli ha subito praticato il massaggio cardiaco, ma per il ragazzo non c’è stato nulla da fare. Da una prima ricostruzione fatta sembra che il giovane si trovasse in acqua con alcuni amici e che stessero nuotando in direzione del porto. Sul posto, per i rilievi di rito, gli uomini della capitaneria di porto. Il ragazzo giocava con la divisione giovanile del Campli Basket.