Pineto, il M5S sul prossimo consiglio comunale

M5S PINETO_600x398PINETO – “Sono due anni che il M5S Pineto svolge la sua attività politica nel Consiglio Comunale della nostra città. In questo periodo abbiamo sempre denunciato le carenze, incompetenze ed approssimazioni della nostra Amministrazione comunale, in particolare abbiamo denunciato la mancanza di una prospettiva e l’incuria del territorio lasciato sempre più all’abbandono“, ha commentato Santino Ferretti del M5S Pineto. “Abbiamo assistito alla irresponsabilità della gestione pubblica che ha prodotto aumenti delle tasse, come ad esempio la TARI e la rinegoziazione dei mutui che ha fatto aumentare gli interessi passivi. Nel frattempo, abbiamo fatto rilevare come, i nostri governanti, siano bravi a ricercare il consenso con espedienti che non possono lasciare indifferenti quei cittadini che credono nella moralità. Si pensi alla convenzione sottoscritta dall’assessore Traini con la sua Associazione o la questione della casetta in legno sul lungomare di Scerne. Non v’è dubbio che Pineto, per la nostra Giunta è l’ultimo dei pensieri, ve ne sono altri che balenano per la loro mente, che sono le carriere o la ricerca forsennata del consenso. Le tante, troppe feste, che scandiscono la vita della nostra cittadina, sono l’esempio più eclatante del programma di questa Giunta. Nel frattempo, i quartieri sono lasciati a loro stessi, il Calvano sembra l’ingresso nella giungla e la scuola di Pineto centro è piena di muffa e umidità, per non parlare di tanto altro. Intanto, per l’assessore Traini è normale non dare nessuna risposta in merito al suo conflitto di interessi, come se la moralità e l’etica fossero solo appesantimenti burocratici, similmente, per il Sindaco, è normale non dare nessuna spiegazione circa la scelta del CDA della farmacia comunale, fatta semplicemente in nome di una convenienza politica, utilizzando, a tale scopo, una società pubblica e ciò che dovrebbe essere la resa di un servizio finisce per essere l’esercizio di un potere: quello di essere Sindaco”.

La nostra critica all’attuale compagine, sempre più impegnata alla ricerca del consenso ed alla costruzione di carriere piuttosto che nel governare Pineto, in questi giorni ha trovato conferma all’interno della stessa maggioranza, infatti, sei loro consiglieri, hanno dato vita ad un nuovo gruppo in netto contrasto con la linea del Sindaco. Sei consiglieri significa che la maggior parte dei consiglieri dell’Amministrazione comunale sono critici con la Giunta, ossia, significa, sul piano politico, il totale fallimento dell’operato del Sindaco, che bene farebbe a valutare l’ipotesi di dimissioni per ridare speranza a Pineto“.

Nei prossimi giorni ci sarà un Consiglio comunale straordinario convocato dalle opposizioni, in cui si discuterà della convezione posta in essere dall’assessore Traini con la sua associazione e del CDA della farmacia comunale, sarà il primo banco di prova per verificare se il nuovo gruppo, nato all’interno della maggioranza, in posizione critica con il Sindaco, sia veramente proiettata a ragionale sulle questioni di Pineto o se è la solita manfrina a cui siamo abituati da oramai troppo tempo“, si continua a leggere nella nota stampa. “Tuttavia, dopo due anni dall’inizio della legislatura, assistiamo alla fine tragica di una maggioranza, lacerata al suo interno e incapace di dare risposte, anche quelle più elementari e mentre Pineto vive un momento di grande difficoltà, qualcuno, già si prepara a nuove e più esaltanti avventure politiche, che ancora una volta vedono Pineto, non la città da governare, ma il luogo dove costruire le proprie carriere. L’attuale compagine non andrà molto lontano e qualora arrivasse a fine legislatura, sarebbe una vera iattura per Pineto, per questo il M5S fa appello a tutti, è arrivato il momento di cambiare, di dare una nuova speranza a Pineto, di riaprire un dibattito con i cittadini nel nome della partecipazione“.

Pubblicato da

Martina Franchi

Nata ad Atri il 9 settembre 1989, Martina vive a Pineto. Dopo il diploma di maturità classica, si è iscritta all'Università degli Studi di Teramo dove, nel 2016 si è laureata dottore magistrale in Management e Comunicazione di Impresa. Adora la cucina e il buon vino, la fotografia e la sua famiglia. Le piace scrivere di cronaca ma anche diventare un'esperta di giornalismo enogastronomico, è tra le sue ambizioni. Scrivile una mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Perché?