Gli Sharks salutano Trullo come allenatore

Trullo mvp di febbraio_358x600ROSETO – Sabato mattina, presso la sala “Aldo Anastasi” del PalaMaggetti, si è tenuta la conferenza stampa indetta dagli Sharks, con ospite Tony Trullo il quale ha comunicato la sua decisione di chiudere il ciclo con gli Sharks, durato ben tre anni, nel ruolo di capo allenatore e direttore sportivo. L’allenatore di origini rosetane ha voluto ringraziare tutti i collaboratori che in questi tre anni lo hanno accompagnato nel suo lavoro, oltre la società, i tifosi e i giornalisti. Parole di ringraziamento e di ammirazione verso l’ambiente rosetano, che lo ha chiaramente aiutato a rilanciarsi a livello nazionale. Ancora non definita la meta, ma si tratta di una scelta tra due opzioni: una italiana e una all’estero. A breve Trullo sceglierà su quale panchina andrà a sedersi. Per adesso l’unica cosa certa è che non è più l’allenatore degli Sharks.

La società lo ringrazia con particolare affetto, visto il suo impegno costante in queste ultime tre stagioni, in cui gli Squali hanno sempre fatto cose positive, fino alla partecipazione ai playoff promozione in Serie A di quest’anno, senza dimenticare l’ottimo lavoro svolto contemporaneamente nel ruolo di direttore sportivo.

Il Roseto Sharks intende comunicare che è stato già individuato il possibile successore di Tony Trullo e che nelle prossime ore stringerà per concretizzare il tutto. La società è già a lavoro per programmare la prossima stagione, magari puntando a trattenere alcuni dei protagonisti del bel campionato da poco concluso. A tal proposito, il presidente Cimorosi ha già tenuto colloqui con alcuni giocatori, al fine di sondare le loro volontà per il futuro.

Appena possibile, gli Sharks comunicheranno le prime decisioni, che sicuramente verteranno sulla costruzione di un progetto pluriennale, che riguarderà anche l’inserimento di giovani giocatori, oltre il potenziamento del settore giovanile.

Ecco le dichiarazioni di Tony Trullo:

Abbraccio tutti quelli che hanno contribuito all’ottima riuscita di queste tre stagioni, in cui sono stato capo allenatore, a partire dalla società, nelle figure di Daniele Cimorosi ed Ettore Cianchetti, oltre la famiglia Di Sante e Giovannelli. Tutti loro mi hanno sempre dimostrato stima e rispetto“, ha dichiarato coach Trullo, continuando “Ringrazio lo staff che mi ha supportato e sopportato, dal team manager Alex Petrilli, ai miei assistenti Emanuele Di Paolantonio e Danilo Quaglia, e il preparatore Domenico Faragalli. Grazie allo staff sanitario, con Enzo Brnadimarte e Mario Parnanzini. Sono stati tutti autori di un ottimo lavoro, che ha fortemente contribuito al raggiungimento dei nostri traguardi. Voglio ringraziare anche chi c’era gli anni passati e ha dato una grossa mano nella rincorsa degli obiettivi, sto parlando di Antimo Di Biase e Christian Ferri“.

Voglio dare il mio abbraccio anche a una persona a cui sono legato da una vecchia amicizia, ovvero Vittorio Fossataro, che mi ha visto crescere e mi ha sempre aiutato con i suoi consigli. Grazie anche ai custodi del PalaMaggetti, Antonio e Filomena, che mi hanno sempre accontentato malgrado le mie richieste, a volte esagerate. Grazie anche all’ex direttore sportivo Marco Verrigni, che tre anni fa fece il mio nome alla società: auguro a lui, che oggi è allenatore, di togliersi tante soddisfazioni, a cominciare dalla finale in Serie D che sta disputando in questo periodo con Mosciano“.

Abbraccio virtualmente Paolo della Curva Nord, in segno di ringraziamento a tutti i tifosi per l’amore che mi hanno trasmesso, sin dai tempi del 1998. Grazie ai giornalisti, che ci hanno aiutato facendoci sentire orgogliosi di quello che stavamo facendo in campo, trasmettendoci calore e tranquillità. Infine grazie ai giocatori, perché senza il loro aiuto ora non starei dicendo queste cose: li porterei tutti con me!”.

Auguro a Roseto di fare meglio di quanto fatto quest’anno, perché io sono e sarò sempre un tifoso biancazzurro. Grazie a tutta Roseto, sarò per sempre grato a questa società e a questi tifosi“, ha concluso Tony Trullo.

 

Domenica 15 maggio, amichevole speciale per salutare gli Sharks

Tifosi_600x400ROSETO – Il Roseto Sharks e l’associazione Roseto Eventi sono lieti di comunicare che domenica 15 maggio 2016, ore 18:00 al PalaMaggetti, ci sarà il saluto al Roseto Sharks 2015/2016.

Per l’occasione gli Squali giocheranno una partita amichevole tra loro: ci saranno due squadre, una bianca e una blu, con l’aggiunta di ospiti d’eccezione. Infatti dal 15 al 21 maggio 2016, sempre al PalaMaggetti, andranno in scena le Finali nazionali femminili under 18, tra le migliori 8 squadre d’Italia. Ogni team selezionerà delle giocatrici, che si uniranno agli Sharks per questa ultima partita casalinga della stagione sportiva.

Sarà l’occasione per salutare gli Squali, autori di un bellissimo campionato, culminato con la partecipazione ai Playoff promozione in Serie A, e dare il benvenuto alle ragazze delle Finali nazionali under 18 2016. L’ingresso sarà gratuito, con tutti i tifosi chiamati a raccolta per dare il giusto e meritato tributo ai biancazzurri.

Appuntamento fissato alle 18:00 di domenica 15 maggio: servirà un PalaMaggetti stracolmo!

[In foto Marini e Marulli tra i tifosi – di Simona Di Febo]

 

Gli Sharks escono dai play-off battuti da Ferentino (89-74)

roseto sharksFERENTINO – Ferentino: Bulleri 3, Galuppi, Gigli 6, Raspino 5, Benevelli, Datuowei, Imbrò 14, Carnovali 12, Benvenuti 4, Bowers 15, Raymond 30 All: Ansaloni
Roseto: Allen 4, Borra 10, Ferraro 2, Papa, Marini 11, Izzo, Mariani 3, Trevisan, Bryan 8, Marulli 16, Moreno 3, Weaver 20 All: Trullo
Arbitri: Boninsegna, Belfiore, Solfanelli
Note: Parziali: 20-10, 49-33, 70-48. Ferentino: 31/63 dal campo, 15/31 da 2, 16/32 da 3, 11/13 ai liberi, 32 rimbalzi (10 offensivi), 21 assist, 14 palle perse, 7 palle recuperate. Roseto: 29/59 al tiro, 23/35 da 2, 6/24 da 3, 10/13 ai liberi, 29 rimbalzi (6 offensivi), 20 assist, 17 palle perse, 7 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Marulli Luogo: Pala Ponte Grande Turno di play-off A2: gara 5 ottavi Spettatori: 2000

La Mec-Energy Roseto lo scorso 11 maggio ha chiuso questa memorabile stagione perdendo 89-74 a gara 5 sul parquet di Ferentino. Esattamente come nei primi due incontri, l’approccio biancoazzurro non è stato dei migliori, ma altrettanto esattamente come i primi due incontri gli Sharks hanno avuto la forza di reagire e di riaprire i giochi. Infatti, dal -16 (55-39) i ragazzi di coach Trullo sono risaliti facendo un grande sforzo fino al -8; peccato che la poca lucidità e le basse percentuali dall’arco non sono riusciti ad accorciare ancora di più il gap. Roseto esce ferita dalle triple mandate a bersaglio a ripetizione dagli avversari (ben 16 su 32 tentativi) e dall’infortunio di Bryan, fattore determinante fino alla sua uscita dal campo. MVP Raymond con 30 punti (3/5 da 2 e7/11 da 3) a cui aggiunge 3 rimbalzi, 3 assist e una stoppata per un 30 di valutazione; ottima prova anche per Bowers, che chiude con 15 punti, 6 rimbalzi e 6 assist per un 22 di valutazione, Imbrò con 14 punti, 2 rimbalzi, 3 assist e 5 falli subiti e Carnovali con i 7 punti di fila (12 in totale) che hanno deciso la partita sul finire del terzo quarto. Nelle fila degli ospiti, a tenere la Mec-Energy in partita sono stati Marulli nei primi due periodi (ha chiuso con 16 punti con 4/6 dall’arco) e Weaver negli altri due (20 punti con 7/9 da 2, 10 rimbalzi, 4 assist e 8 falli subiti per 34 di valutazione per lui); doppia cifra anche per Borra con 10 e 4 rimbalzi (5/5 da 2 e 16 di valutazione).
Alla palla a due, coach Ansaloni schiera Imbrò playmaker, Bowers e Raspino. Sblocca Allen da sotto, Raymond risponde con 5 punti e poi Bowers firma il 7-2 in contropiede: coach Trullo chiama subito time-out. Gigli segna da sotto due volte, Raymond segna una tripla e siamo 13-2 a 3:30 dalla prima pausa. Bowers è preciso ai liberi, Marulli sblocca i suoi seguito da Marini per il 15-6. Raspino segna da 3, Bryan risponde dalla media, Imbrò fa 2/2 dalla lunetta e Bryan realizza il 20-10 con cui si chiude il primo quarto: c’è partita! Borra sblocca il secondo quarto, Carnovali risponde ma ancora Borra e Weaver realizzano il 22-16. Raymond la mette dall’angolo, Marini non trema ai liberi ma Raymond fa canestro altre tre volte dall’arco per il 34-18. Marulli torna a segnare, Imbrò replica e Bryan schiaccia il 39-26. Imbrò da 3 e Benvenuti in appoggio firmano il 44-26. Weaver e Ferraro (2/2 ai liberi) fermano il parziale, poi Raymond fa 3/3 dalla lunetta per il 47-30. Marulli la mette da 3 poi Raspino da rimbalzo offensivo chiude il secondo quarto sul 49-33.
Dopo l’intervallo, Bowers segna dall’arco, Weaver fa 1/2 ai liberi e Bryan realizza da sotto il 52-36. Marulli e Raymond mandano a bersaglio da 3, poi Weaver confeziona il 2+1 del 55-42 a 6:30 dalla terza sirena. Weaver fa canestro in penetrazione, Gigli e Borra la mettono da sotto e siamo 57-46. Weaver fa due volte 1/2 ai liberi, poi Carnovali segna due volte da 3 per il 64-48. Raymond e Carnovali mettono le triple del 70-48 che chiude la partita e la stagione degli Sharks con un quarto di anticipo. Bulleri apre con un 2+1 l’ultima frazione, Borra risponde da sotto, botta e risposta tra Bowers e Weaver e siamo 75-52. Bowers la mette ancora da 3, Weaver fa 2/2 ai liberi e Benvenuti firma da sotto l’80-54. Marini segna dalla media, Bowers la mette ancora da casa sua, Weaver, Marulli e Marini rispondono per l’83-62 a 5:54 dalla fine. Allen segna in penetrazione, Borra schiaccia e Moreno piazza da 3 l’83-69 a 2:30 circa dalla fine. Imbrò torna a segnare, Weaver risponde, Imbrò fa 1/2 ai liberi e il neo entrato Mariani mette la tripla dell’86-74. Raymond segna di tabella, Imbrò fa 1/2 dalla lunetta e il match si chiude sull’89-74.

Si chiude qui una stagione comunque da 10 e lode degli Sharks: grazie a tutti coloro che hanno reso possibile che tutto questo accadesse, dai giocatori allo staff, alla società e a tutti i tifosi che hanno seguito ogni domenica con passione la squadra.

Edoardo Testa, ufficio stampa Roseto Sharks

Sharks, modalità di prevendita settore ospiti Gara 5

roseto sharksROSETO – Il Roseto Sharks comunica che, su disposizioni del Basket Ferentino, la prevendita per acquistare i biglietti del settore ospiti del match Ferentino-Roseto, Gara 5 di mercoledì 11 maggio 2016 (ore 20:45), avrà luogo al Bar “Jonny” di Roseto degli Abruzzi, in via Di Vittorio 16 (frazione Campo a mare).

La prevendita inizierà alle ore 14:00 di martedì 10 maggio 2016, per un totale di 200 biglietti disponibili. Il Roseto Sharks tiene a precisare che la gestione dei biglietti è del Basket Ferentino, pertanto non è stato allestito nessun altro punto vendita.

Il Basket Ferentino, inoltre, consiglia a chi non riuscisse ad entrare in possesso del biglietto per il settore ospiti, di non mettersi in viaggio per il Pala “Ponte Grande”, poiché la capienza del settore ospiti è di appunto 200 posti.

Gli Sharks portano la serie a gara 5: contro il Ferentino vincono 82 a 78

roseto sharksROSETO – Roseto: Allen 19, Borra 12, Ferraro 2, Papa ne, Marini 9, Izzo ne, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 13, Marulli 3, Moreno 13, Weaver 11 All: Trullo
Ferentino: Bulleri 10, Galuppi ne, Gigli 11, Raspino 14, Benevelli ne, Datuowei ne, Imbrò 21, Carnovali 2, Benvenuti 3, Bowers 8, Raymond 9 All: Ansaloni
Arbitri: Moretti, Scrima, Ascione
Note: Parziali: 23-19, 39-46, 60-58. Roseto: 33/66 dal campo, 23/40 da 2, 10/26 da 3, 6/12 ai liberi, 42 rimbalzi (12 offensivi), 20 assist, 14 palle perse, 6 palle recuperate. Ferentino: 29/65 al tiro, 16/36 da 2, 13/29 da 3, 7/10 ai liberi, 31 rimbalzi (8 offensivi), 14 assist, 11 palle perse, 7 palle recuperate. Usciti per 5 falli: nessuno Luogo: PalaMaggetti Turno di play-off A2: gara 4 ottavi Spettatori: 2900

Partita giocata punto a punto fino all’ultimo minuto, con Ferentino che ha cercato di scappare nel secondo quarto, ripresa prontamente da una difesa rocciosa più che mai degli Sharks. La serie, dunque, non è ancora finita: adesso non resta che giocarsi il tutto per tutto alla bella di mercoledì sera a Ferentino. Nelle fila degli Sharks, mattatore assoluto Sylvere Bryan in entrambe le fasi di gioco: per lui doppia doppia da 13 punti (6/8 da 2) e 13 rimbalzi (5+8) con 2 stoppate e 4 falli subiti per un 23 di valutazione. Preziosa prova per Marini (9 punti, 4 rimbalzi, 5 assist e 5 falli subiti per un 20 di valutazione) e Borra offensivamente parlando con 12 punti in 11 minuti di gioco; alcune giocate importanti vengono anche da Allen che chiude con 19 punti e 6 assist e Weaver che confeziona 11 punti, 8 rimbalzi e 4 assist. Nelle fila degli ospiti, sugli scudi principalmente Imbrò e Raspino con la loro pericolosità dall’arco (8 triple su 14 tentativi complessivi) e Gigli con 14 punti (5/7 da 2) e 7 rimbalzi.
Alla palla a due, coach Trullo schiera Moreno playmaker, Allen guardia, Weaver e Ferraro ali, Bryan sotto canestro; coach Ansaloni risponde con Imbrò in cabina di regia, Bowers e Raspino esterni, Raymond e Gigli nel pitturato. Ferraro sblocca da sotto, poi Weaver segna dopo un gioco a due con Allen: 4-0 dopo il primo minuto di gioco. Bryan realizza con l’aiuto del ferro, ma Gigli sblocca i suoi dalla media per il 6-2. Allen ruba palla e serve Moreno che appoggia in contropiede, Raspino replica e siamo 8-4. Gigli fa 1/2 ai liberi e Raspino segna da 3 l’8-8. Weaver riporta avanti i suoi dall’arco, Raymond replica dalla stessa posizione ma Moreno e Allen confezionano il 16-11 a 3:30 dalla prima sirena. Bulleri si sblocca dall’arco, Allen risponde da sotto e poi Raspino segna 5 punti consecutivi per il primo vantaggio ospite sul 18-19. Weaver e Borra replicano per il 23-19 di fine primo quarto. Il secondo quarto lo apre Bulleri con 5 punti per il +1 ospite, poi Borra e Gigli muovono il punteggio sul 25-26. Bowers in penetrazione e Benvenuti con un 2+1 firmano il 25-31 a 7:02 dall’intervallo che costringe coach Trullo a un time-out. Borra sblocca i suoi, ma Raymond in penetrazione e Imbrò da 3 confezionano il 27-36 a 4:37. Moreno fa 1/2 ai liberi, Imbrò risponde da casa sua così come Moreno e siamo 31-39. Imbrò realizza dalla media, Marini è preciso ai liberi, Gigli schiaccia da rimbalzo offensivo e Bryan segna il 35-43 a 2:10 dall’intervallo. Allen schiaccia dopo un errore di Marini, Moreno fa 1/2 dalla lunetta mentre Bulleri 2/2 e siamo 38-45 a 1:09 dalla fine del secondo quarto. Borra e Raspino sono imprecisi dalla lunetta e muovono il punteggio sul 38-46 di metà partita.
Alla ripresa dei giochi, Gigli segna in rovesciata e Imbrò da 3: 39-51 dopo 2:10 di gioco. Moreno sblocca i padroni di casa, Allen infila una tripla e siamo 44-51. Raymond ferma il parziale, Imbrò segna da 3 e il punteggio è sul 44-56 a metà quarto. Marulli e Allen segnano da 3 per il 50-56 a 3:27 dalla terza sirena che riporta l’entuasiasmo ai quasi 3000 del PalaMaggetti. Raymond fa 2/2 ai liberi, Allen risponde dalla lunga distanza e Bryan realizza dalla media il 55-58. E’ancora il pivot biancoazzurro a schiacciare per il -1, poi viene ravvisato un antisportivo a Raymond: Bryan fa 1/2 in lunetta e sull’azione successiva Marini segna il 60-58 con cui si chiude il terzo periodo di gioco. Il quarto periodo inizia in una bolgia. Carnovali firma il pari, Weaver risponde in penetrazione: 62-60 a 8:47 dalla fine. Imbrò non sfrutta a pieno un 2+1, Weaver schiaccia su assist di Marulli ma Imbrò segna ancora da 3 il 64-65 a 7:45 dalla fine. Bryan realizza da sotto, poi Marini in penetrazione firma il 68-65 a 6:43 dal termine. Bowers mette la tripla del pareggio, Bryan replica provocando il 4° fallo di Gigli, poi botta e risposta dall’arco tra Allen e Raspino per il 73-71. Borra fa canestro due volte da sotto e il punteggio recita 77-71 con 3:30 da giocare. Gigli sblocca i suoi dalla media, segue una lunga serie di errori prima che Marini segni la tripla dell’80-73 a 1:17 dalla fine. Imbrò riduce il gap, ma Moreno segna in contropiede l’82-75 che chiude i conti a 26 secondi dalla fine. Bowers fa canestro da 3 ma è tutto inutile: finisce 82-78.

La serie si allunga quindi fino a gara 5: si gioca mercoledì 11 maggio alle ore 20:45 a Ferentino, non mancate!

Edoardo Testa, ufficio stampa Roseto Sharks

 

Gli Sharks tornano battaglieri contro il Ferentino

roseto sharksROSETO – Roseto: Allen 14, Borra 11, Ferraro 7, Papa ne, Marini, Izzo ne, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 8, Marulli 12, Moreno 16, Weaver 21 All: Trullo
Ferentino: Bulleri 12, Galuppi ne, Gigli 5, Raspino 10, Datuowei ne, Imbrò 9, Carnovali, Benvenuti 4, Bowers 11, Raymond 25 All: Ansaloni
Arbitri: Nicolini, Tirozzi, Yang Yao
Note: Parziali: 22-16, 47-38, 61-63. Roseto: 30/62 dal campo, 17/35 da 2, 13/27 da 3, 16/19 ai liberi, 38 rimbalzi (10 offensivi), 19 assist, 15 palle perse, 6 palle recuperate. Ferentino: 30/68 al tiro, 20/36 da 2, 10/32 da 3, 6/10 ai liberi, 33 rimbalzi (10 offensivi), 15 assist, 15 palle perse, 6 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Benvenuti e Gigli Luogo: PalaMaggetti Turno di play-off A2: gara 3 ottavi Spettatori: 2700
La Mec-Energy Roseto vince gara 3 dei play-off contro una buona Ferentino per 89-76. Grande prova di squadra, in cui tutti sono risultati in qualche modo decisivi. Nel corso dei primi due quarti, Roseto ha provato a scappare, toccando come massimo vantaggio il +10 (42-32). Bella reazione dei laziali nel terzo quarto, che hanno messo paura ai padroni di casa portandosi anche in vantaggio con alte percentuali al tiro e diversa arcigna. Ultimi 5 minuti perfetti dei ragazzi di coach Trullo, che non sbagliano un colpo travolgendo nettamente gli avversari, costretti a cedere. Nelle fila degli Sharks, prova di maestria di Weaver che segna 21 con una tripla e un canestro da sotto di un’altra categoria, arpiona 7 carambole e si prende 9 falli, seguito dai 16 con 4 rimbalzi, 5 assist e 3 recuperi (25 di valutazione) di Moreno, i 14 con 6 rimbalzi e 7 assist di Allen, i 12 di un Marulli da fantascienza al tiro da 3 nei primi 20′ e gli 11 tutti nell’ultimo quarto di un Borra decisivo più che mai. Nelle fila degli ospiti, migliore in campo Raymond con 25 punti, 6 rimbalzi e 4 falli subiti per un 19 di valutazione, e doppia cifra anche per Bulleri con 12, Bowers con 11 (7 rimbalzi e 6 assist per un 21 di valutazione) e Raspino con 10.
Alla palla a due, coach Trullo schiera Moreno playmaker, Allen guardia, Weaver e Ferraro ali, Bryan nel pitturato; coach Ansaloni risponde con Imbrò in cabina di regia, Bowers e Raspino esterni, Raymond e Gigli sotto canestro. Sblocca Raspino da sotto, replica Allen assistito da Ferraro per il 2-2. Raspino trova ancora il fondo della retina, poi Moreno da 3 e Bryan in appoggio confezionano il 7-4 quando sono passati 4 minuti dalla palla a due. Bryan centra il bersaglio dalla media, Weaver recupera palla e fa a fare canestro in contropiede: 11-4 a 4:16 dalla prima pausa e PalaMaggetti in completa ebollizione. Gigli sblocca i suoi in step-back, Allen risponde in penetrazione ma Raspino realizza per il 13-8. Allen riapre il solco con un 2+1, Raymond replica dall’arco ma Moreno “picchia duro” dall’arco per il 22-14. Gigli è glaciale ai liberi per il 22-16 con cui si chiude il primo quarto di gioco. Il secondo periodo lo apre Benvenuti da sotto, poi risponde Weaver prima di 5 punti consecutivi di Raymond per il 24-23 a 7:53 dall’intervallo. Bulleri e Raymond firmano il +4 ospite, ma Ferraro e Moreno realizzano il controsorpasso per il 30-28. Bulleri per la nuova parità, ma Marulli scalda la mano da 3 per il 36-30 a 3:50 dalla pausa lunga. Imbrò sblocca i suoi, ma due fantascientifici Allen e Marulli muovono il punteggio sul 42-32, facendo infiammare ancora di più gli oltre 2500 sugli spalti. Giro in lunetta da 1/2 per Gigli, Ferraro realizza di tabella ma Raymond segna dall’arco per il 44-36 quando inizia l’ultimo minuto del secondo periodo. Raymond fa ancora canestro ma Allen risponde da casa sua e si va all’intervallo sul 47-38.
Alla ripresa dei giochi, Imbrò e Raspino trovano la via del canestro, prima del 2+1 di Raymond per il 47-45 dopo 1:30 di gioco che costringe coach Trullo a chiamare time-out. La sospensione sveglia gli Sharks dal torpore con una tripla di Weaver, ma Imbrò in penetrazione firma il 50-47. Bryan appoggia da sotto il nuovo +5, poi dopo diversi errori da entrambe le parti Moreno segna in penetrazione il 54-47. Imbrò segna da distanza siderale e Raymond appoggia in penetrazione: 54-52 e tutto da rifare per la Mec-Energy. Raymond non si ferma e porta i suoi a +2, poi Benvenuti segna da rimbalzo offensivo il 54-58. Gli Sharks ripartono con Ferraro e Weaver dalla lunetta per la parità, ma Bowers segna da 3 il 58-61 a 1:20 dalla terza sirena. Bryan fa un importante 2/2 ai liberi, Bulleri risponde dalla media ma poi commette fallo su Allen: 1/2 e 61-63 con cui si chiude il terzo quarto. Weaver sblocca ai liberi l’ultima frazione: 63-63 a 8:43 dalla fine. Marulli segna da 3, Weaver è ancora preciso dalla lunetta: 68-63 a 7:33 dal termine, con Benvenuti fuori per 5 falli. Raspino scuote i suoi, Bulleri segna da 3 e siamo 68-68 a 6:30 dalla fine. Borra segna di tabella, Bulleri replica con la stessa carta, poi il pivot biancoazzurro fa 3 punti (5 fallo di Gigli) con una tripla di Raymond nel mezzo per il 73-73 a 5:25 dalla fine. Borra segna ancora da sotto, poi Weaver segna da 3 cadendo sulla panchina avversaria e subendo fallo: 79-73 a 3 minuti dalla fine. Bowers realizza da casa sua, ma Borra schiaccia e Weaver fa 1/2 ai liberi per l’82-76 a 1:24 dalla conclusione del match. Ferentino non è precisa in attacco, Borra non si fa pregare appoggiando al ferro, Moreno ruba palla e segna in contropiede, e Weaver si inventa il 2+1 dell’89-76 che chiude i conti a 30 secondi dalla fine. Il match si chiude così e la serie si allunga.

Tra 48 ore si torna in campo per gara 4: appuntamento per domenica 8 maggio alle ore 18 al PalaMaggetti, non mancate!

Edoardo Testa, ufficio stampa Roseto Sharks

Sharks, il presidente Cimorosi: “Allunghiamo la serie!”

roseto sharksROSETO – La Mec-Energy Roseto è pronta per gara 3 di venerdì 6 maggio 2016 (ottavi di finale playoff promozione in Serie A), quando, alle ore 21.00, affronterà Ferentino per la terza volta in 6 giorni.

Ritmi serrati, che mettono a dura prova la tenuta fisica e mentale dei giocatori, ma, d’altronde, questi sono i Playoff. Gli Squali hanno subito due sconfitte in terra ciociara, in entrambi i casi con uno scarto di 12 punti: 97-85 in gara 1 e 86-74 in gara 2. Ora la serie si sposta al PalaMaggetti, con Ferraro e compagni che non hanno assolutamente intenzione di mollare.

A dare la carica, c’è anche il presidente Cimorosi, che ha parlato della doppia sfida giocata in terra laziale: “Ho apprezzato la voglia di rivalsa dimostrata dalla squadra in gara 2, conseguenza credo del buon secondo tempo giocato ancor prima in gara 1, quando dal -27 i ragazzi sono rientrati fino a soli due possessi di distacco. Ho visto un gruppo di giocatori determinati e pronti a sacrificarsi per la maglia. Credo che dopo un’annata del genere bisognerà ringraziarli per quello che hanno fatto, indipendentemente dall’esito dei playoff, che per noi sono già un premio bellissimo, che gratifica il lavoro svolto da tutti. Ferentino è una squadra di grande talento, costruita in estate con ben altri obiettivi rispetto ai nostri. Eppure siamo entrambe lì, a giocarci il passaggio del turno“.

Il primo tifoso biancazzurro ha voluto poi soffermarsi su un punto in particolare: “Abbiamo perso le prime due partite della serie sicuramente a causa della bravura dei nostri avversari e, nel contempo, anche per nostri demeriti. Su questo non ci piove ed è giusto pure complimentarsi con Ferentino per le due ottime prestazioni, che hanno permesso loro di portarsi subito sul 2-0. Devo però affermare, mio malgrado, che mi sarebbe piaciuto vedere un arbitraggio più attento su alcuni aspetti, come la tutela di un giocatore come Weaver, il quale, in campo per quasi tutta la durata degli incontri, ha subito dozzine di falli, molti dei quali non ravvisati. Per non parlare dell’ennesimo fallo tecnico ravvisato nei confronti di Moreno: non è possibile che prenda un tecnico a partita, quello di gara 2 addirittura per una semplice occhiata ad uno dei tre direttori di gara, senza che abbia nemmeno aperto bocca. Non voglio certo asserire che alcuni arbitri con lui partano prevenuti, ma arrivati a questo punto mi sembra davvero una esagerazione“.

Appuntamento per gara 3 fissato a venerdì 6 maggio 2016, ore 21:00 al PalaMaggetti: tutti presenti per questa splendida squadra!

 

Sharks, per la gara 3 Roseto – Ferentino sono disponibili i biglietti in prevendita

roseto sharksROSETO – Il Roseto Sharks comunica che da ieri sera, mercoledì 4 maggio 2016, è iniziata la prevendita per gara 3 tra Roseto e Ferentino di venerdì 6 maggio 2016. La prevendita, come in stagione regolare, avverrà all’Hotel Liberty di Roseto degli Abruzzi, in via Lungomare Roma 8. Basterà recarsi alla reception dell’hotel e chiedere dei biglietti per la partita.

Gli Sharks, alle ore 21:00, sfideranno i laziali nel tentativo di allungare la serie a gara 4 (che, eventualmente, si giocherebbe domenica 8 maggio alle 18:00, sempre al PalaMaggetti).

La società ha deciso di lasciare invariati i prezzi dei biglietti, che resteranno gli stessi della regular season, ovvero:

TRIBUNE BASSE EST/OVEST: 15 euro

CURVE E GRADINATE: 10 euro

RIDOTTI (OVER 65/UNDER 18): 10 euro, tutti i settori

BAMBINI (3-11 ANNI): 1 euro

Il consiglio, ovviamente, è di entrare anticipatamente in possesso del biglietto, in modo da evitare poi noiose file al botteghino il giorno della partita. La prevendita inizierà come già detto questa sera (mercoledì 4 maggio) e si chiuderà venerdì 6 maggio (giorno della partita), alle ore 20:59.

Gli Sharks ricordano ai propri tifosi che l’abbonamento acquistato per la stagione regolare non sarà valido per seguire i playoff.

 

Sharks, sfiorata un’altra rimonta ma Ferentino vince ancora

roseto sharksFERENTINO – Ferentino: Bulleri, Galuppi, Gigli 11, Raspino 6, Datowei, Imbrò 30, Carnovali 14, Benvenuti 4, Bowers 4, Raymond 17 All: Ansaloni
Roseto: Allen 10, Borra 14, Ferraro 6, Papa, Marini 6, Izzo ne, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 6, Marulli, Moreno 15, Weaver 17 All: Trullo
Arbitri: Ursi, Rudellat, Foti
Note: Parziali: 24-13, 43-28, 60-50. Ferentino: 30/54 dal campo, 15/28 da 2, 15/26 da 3, 11/18 ai liberi, 30 rimbalzi (2 offensivi), 20 assist, 16 palle perse, 4 palle recuperate. Roseto: 30/68 al tiro, 25/40 da 2, 5/28 da 3, 9/14 ai liberi, 33 rimbalzi (10 offensivi), 11 assist, 10 palle perse, 8 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Benvenuti Luogo: Pala Ponte Grande Turno di play-off A2: gara 2 ottavi Spettatori: 2000

La Mec-Energy Roseto esce nuovamente sconfitta da Ferentino, questa volta col punteggio di 86-74; i granata volano dunque sul 2-0 nella serie, ma questa sera era davvero difficile espugnare il Pala Ponte Grande, visto che la dea bendata non si è certamente schierata dalla parte degli ospiti (gli Sharks hanno realizzato la prima tripla al 17° tentativo), che si sono ritrovati nuovamente con tanti punti da recuperare. In ogni caso, i ragazzi di coach Trullo sono riusciti a ridurre sensibilmente il gap, restando in partita fino alla fine, ma hanno peccato di lucidità nelle ultime azioni. A questo punto, la Mec-Energy non può sbagliare più se vuole continuare la sua avventura nei play-off. Nelle fila dei padroni di casa, il mattatore è stato Matteo Imbrò con 30 punti (addirittura 9/10 da 3), 7 assist e 6 falli subiti, seguito dai 17 con 6 rimbalzi di Raymond, i 14 di Carnovali e gli 11 (5/6 da 2) con 8 rimbalzi di Gigli. Nelle fila degli Sharks, miglior realizzatore Weaver con 17 punti e 5 rimbalzi, e doppia cifra anche per Borra con 14 (5/5 da 2) a cui si aggiungono 7 rimbalzi e 5 falli subiti, Moreno con 15 e Allen con 10 e 8 rimbalzi e 5 assist.
Alla palla a due, coach Ansaloni schiera Imbrò playmaker, Bowers e Raspino esterni, Raymond e Gigli nel pitturato; coach Trullo lancia invece Moreno in cabina di regia, Allen guardia, Marini e Ferraro ali, Bryan sotto canestro. Moreno sblocca dalla media, ma Raymond e Imbrò rispondono da 3 per il 6-2. Marini segna di tabella, Allen appoggia in coast-to-coast e siamo 6-6. Raspino e Raymond confezionano il +4 FMC, ma Marini e Ferraro replicano prontamente per la parità a quota 10. Raymond, Carnovali e Imbrò fanno canestro dall’arco, Raymond da 2 e siamo 21-10 a 2 minuti dalla prima sirena. Bowers fa 1/2 ai liberi, Carnovali realizza ancora e siamo 24-10. Moreno fa 1/2 dalla lunetta, poi segna dalla media per il 24-13 con cui si chiude il primo periodo di gioco. Il secondo periodo si apre con un botta e risposta tra Gigli e Borra, cui seguono i liberi di Imbrò per il 28-15. Borra scuote i suoi su assist di Weaver, ma Gigli e Carnovali non si fanno attendere e siamo sul 33-17 a 6:30 dall’intervallo. E’ ancora il pivot biancoazzurro a realizzare; tuttavia, Carnovali segna dall’arco, poi Gigli e Weaver da 2 per il 38-21. Imbrò fa di nuovo canestro da 3, Borra risponde a cronometro fermo con un complessivo 3/4, Gigli fa 1/2 per il 42-26. Bowers segna il libero seguente a un fallo tecnico fischiato ad Allen, Weaver fa 2/2 sempre a cronometro fermo per il 43-28 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.
Il terzo quarto si apre con un canestro di Gigli, cui risponde Ferraro con 4 punti per il 45-32. Raspino e Gigli tornano a martellare, Bryan risponde e siamo 49-34. Altro antisportivo fischiato a Ferraro: Imbrò fa 1/2 ai liberi e Raymond realizza il 52-34. Bowers fa 1/2 dalla lunetta, Weaver sblocca i suoi ma Raspino è preciso ai liberi e siamo 55-36. Marini fa canestro, ma Imbrò risponde da 3: 58-38 a 3:40 dalla terza sirena. Sembra tutto finito, ma Weaver e Moreno ridanno speranza ai biancoazzurri, poi Allen serve Bryan per il 58-44 a 2:30 dalla fine del terzo quarto. Ancora Moreno e Allen a canestro: -10 sul 58-48 e Sharks vivi più che mai. Bowers e Moreno in botta e risposta chiudono il terzo quarto sul 60-50. Imbrò apre da 3 l’ultimo quarto, Weaver risponde con la stessa carta (prima bomba del match per gli ospiti) ma il play laziale segna ancora dall’arco il 66-53. Carnovali realizza ancora dalla lunga distanza, Weaver fa lo stesso e siamo 69-56. Benvenuti segna da 2, Allen fa canestro da 3 come Imbrò e Weaver per il 74-62 a 6:28 dalla fine. Botta e risposta tra Benvenuti e Bryan, Allen segna da 3 e siamo 76-67. Imbrò centra il bersaglio grosso, Borra fa 1/2 ai liberi, Moreno segna da 2 ma Raymond segna l’81-70. Weaver ridà qualche speranza, ma Carnovali chiude i conti dalla lunga distanza (84-72). Nel finale, un 2/2 dalla lunetta di Raymond e una schiacciata di Borra muovono il punteggio sull’86-74. Il match si chiude così.

Adesso, gli Sharks devono vincere per forza gara 3, che si giocherà venerdì 6 maggio alle ore 20:45 al PalaMaggetti, non mancate!

Edoardo Testa, ufficio stampa Roseto Sharks

Sharks, a causa di una difesa passiva pagano lo scotto di un 97-85 contro il Ferentino

roseto sharksFERENTINO – Ferentino: Bulleri 6, Galuppi ne, Gigli 25, Raspino 9, Datowei, Imbrò 12, Carnovali 3, Benvenuti 14, Bowers 18, Raymond 10 All: Ansaloni
Roseto: Allen 23, Borra 8, Ferraro 7, Papa ne, Marini 8, Izzo, Trevisan ne, Bryan 8, Marulli 12, Moreno 4, Weaver 15 All: Trullo
Arbitri: Galasso, Terranova, Tallon
Note: Parziali: 23-14, 49-35, 76-53. Ferentino: 32/55 dal campo, 27/45 da 2, 5/10 da 3, 28/33 ai liberi, 32 rimbalzi (5 offensivi), 17 assist, 14 palle perse, 7 palle recuperate. Roseto: 32/73 al tiro, 25/45 da 2, 7/28 da 3, 14/0 ai liberi, 33 rimbalzi (14 offensivi), 11 assist, 14 palle perse, 11 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Raspino, Benvenuti e Marini Luogo: Pala Ponte Grande Turno di play-off A2: gara 1 ottavi Spettatori: 2000

Inizia con una sconfitta l’avventura nei play-off degli Sharks, che escono sconfitti da Ferentino col punteggio di 97-85. Esattamente come è successo a Ferrara, i ragazzi di coach Trullo hanno pagato un approccio troppo leggero alla partita e un quintetto che esaltava le doti degli esterni laziali. Dopo essere sprofondati anche a -27 (80-53) in apertura di ultimo periodo, Allen e compagni hanno trovato le quadrature giuste per una reazione d’orgoglio che li ha riportati anche a -9 (89-80); tuttavia, qualche errore di troppo al tiro non ha permesso agli Sharks di rientrare ancora di più a contatto con gli avversari e il finale ha premiato i padroni di casa. Nelle fila della FMC, i migliori in campo sono stati Gigli con 25 punti col 72% da 2, 4 rimbalzi e 6 falli subiti e Bowers con 18 punti, 3 rimbalzi e ben 9 assist; doppia cifra anche per Benvenuti con 14 punti, Imbrò con 12 e Raymond con 10. Nelle fila della Mec-Energy, miglior realizzatore Allen con 23 punti (88% da 2) a cui si aggiungono 7 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi, seguito dai 15 con 5 rimbalzi e 5 falli subiti di Weaver e i 12 di Marulli.
Alla palla a due, coach Ansaloni schiera Imbrò, Bowers, Raspino, Raymond, Gigli; coach Trullo risponde con Allen, Weaver, Ferraro, Borra, Bryan. Ferentino parte forte e si porta subito sull’8-0 con Bowers, Raspino e una schiacciata di Gigli. Bryan sblocca gli Sharks ai liberi, ma Gigli e Bowers portano i loro sul 12-2 dopo 5 minuti di gioco. Allen segna 4 punti in fila, poi Bowers e Imbrò firmano il 16-6. Ferraro scalda la mano da 3, Raspino risponde con la stessa carta, ma ancora il capitano biancoazzurro e Bryan muovono il punteggio sul 19-12 quando si apre l’ultimo minuto della prima frazione. Gigli, Weaver e Benvenuti sono precisi dalla lunetta e al 10′ siamo sul 23-14. Bryan apre il secondo quarto schiacciando, Carnovali replica dall’arco e Marini con un 1/2 ai liberi firma il 26-17. Bowers e Benvenuti riaprono il solco, ma Weaver e Allen rispondono per il 32-21. Bulleri e Benvenuti fanno canestro, Marini risponde ma Raymond realizza il 38-23. Borra accorcia, ma Raymond e Bowers non si fanno attendere e siamo 42-25. Marini è cinico a cronometro fermo, Benvenuti risponde con la stessa carta, Ferraro infila una tripla ma Raymond e Benevenuti replicano per il 49-30 a 67 secondi dall’intervallo. Marulli e Allen accorciano per il 49-35 con cui si chiude la prima metà di gara.
Il terzo quarto si apre con una tripla di Allen, replicata da Imbrò e Bowers per il 54-38. Gigli segna due volte con un canestro di Moreno in mezzo, poi Raspino segna da 3 per il 61-40. Raymond segna dalla lunetta sfruttando un tecnico a Moreno, Gigli fa ancora canestro, e Weaver confeziona il 2+1 del 64-43. Allen schiaccia, Gigli fa 2/2 ai liberi, Bryan e Moreno rispondono per il 66-51 che costringe coach Ansaloni al time-out a 3:30 dalla terza sirena. Raymond e Allen fanno botta e risposta, ancora Raymond fa 1/2 ai liberi e Gigli segna il 2+1 del 72-53 a 1:20 dalla fine del terzo quarto. Bowers segna 4 punti in fila e il terzo quarto si chiude sul 76-53. Bulleri e Bowers aprono segnando l’ultimo quarto, Raspino fa 1/2 ai liberi per l’81-53. Weaver e Marulli (due triple) sbloccano gli Sharks e siamo sull’81-61 a 7:10 dalla fine. Imbrò ferma il parziale da 3, Borra fa canestro ma Gigli realizza l’86-63 che sembra chiudere i conti. Weaver ai liberi e Borra portano i biancoazzurri sul -19, botta e risposta tra Imbrò e Allen e siamo sull’88-69 a 5:05 dalla fine. Allen fa ancora canestro, Benvenuti fa 1/2 ai liberi e Marulli confeziona il 2+1 dell’89-74 a 3:40 dalla fine. Il match non è finito, soprattutto dopo la tripla di Allen e il canestro di Marini: 89-79 a 2:59 dalla fine. Allen fa 1/2 ai liberi, Imbrò fa 2/2 dalla lunetta, Borra schiaccia e Weaver e Marini firmano il 91-85 a 1:20 dalla fine. Gigli e Bulleri confezionano un complessivo 6/6 ai liberi e il match si chiude 97-85.

Dopo questa sconfitta, bisogna ripartire dall’ultimo quarto di oggi per recuperare concentrazione ed energie in breve tempo: martedì 3 maggio alle ore 20:45 si giocherà infatti gara 2, sempre a Ferentino.