L’Atletica Vomano Gran Sasso, cala il poker ad Ancona

ancona_450x600

ANCONA – L’Atletica Vomano Gran Sasso nel fine settimana si è messo in evidenza al meeting Nazionale tenutosi al pala indoor di Ancona: primo posto per Matteo Flemac nel salto con l’asta con la misura di mt 4,40, il neo allievo e campione Italiano cadetti 2015 Salvatore Angelozzi, si è imposto nel salto triplo con il nuovo personale di mt 14.36, Francesco Marcheggiani – primo classificato – vince agevolmente i mt 600 ragazzi con il tempo di 1.56.85, con la misura di mt 1.31, primo posto di Simone Di Fino nel salto in alto ragazzi.

Alla stessa manifestazione di Ancona presenti per l’Atletica Vomano Gran Sasso, Tommaso Marcone tempo 8,71 in batteria, quinto posto in finale in 8.89, Michelangelo Pomante, e Davide Castelli quinto posto e settimo nel salto con l’asta, con le misure di mt 3.80 e mt 3,30, undicesimo Gianluca Ciccolone nel salto in lungo con la misura di mt 5,98.

(In foto, Francesco Marcheggiani e Simone Di Fino)

Moto3: presentata la stagione 2016 di Stefano Nepa

foto_comunicato_600x399ROSETO – Villa Paris a Roseto degli Abruzzi (TE), ha tenuto a battesimo la presentazione ufficiale della stagione sportiva 2016 di Stefano Nepa, quattordicenne di Cologna Spiaggia (TE) considerato uno dei talenti più interessanti del motociclismo italiano.

3570, l’azienda dei taxi capitolina (leader europea nel trasporto pubblico), sarà il Title Sponsor del Team nato dalla collaborazione tecnica tra il NRT-Nepa Racing Team, la squadra di famiglia che ha sostenuto Stefano sin dai suoi esordi e la Federazione Motociclistica Italiana, promotore già da diversi anni del progetto San Carlo Talenti Azzurri FMI, il percorso sportivo rivolto alla ricerca e alla crescita dei giovani piloti italiani.

Confermato come main sponsor la GLM Componenti Meccanici, l’importante gruppo aziendale di Castelnuovo Vomano, leader nella produzione di componenti speciali per automotive.
Il programma sportivo e tecnico prevede la partecipazione completa al CIV (Campionato Italiano Velocità) ed a cinque prove del FIM CEV Repsol International Championship (Moto3 Junior World Championship). Un pacchetto completo che permetterà al giovane talento abruzzese di crescere e fare la giusta esperienza in ambito internazionale. La moto usata la sarà la MAHINDRA MGP3O, la medesima con cui il Team Italia affronterà il Mondiale MOTO3. Proprio la collaborazione con il Team federale garantirà al pilota abruzzese un pacchetto tecnico costantemente aggiornato.

Direttamente del mondiale di categoria arriva l’esperto Stefano Riminucci che rivestirà il ruolo di Capo Tecnico, persona chiave per il giovane pilota nel suo processo di crescita. Riminucci ha guidato già numerosi giovani talenti che si sono ben distinti in ambito internazionale tra cui Giorgio Lorenzo, Manuel Poggiali, Pol Espargarò, Andrea Locatelli e Niccolò Antonelli. A sua volta Cristiano Migliorati, da anni Tecnico Federale e figura chiave dei successi conseguiti dal Team Italia nei progetti Moto3 e Superstock, metterà a disposizione la sua pluriennale esperienza seguendo attivamente Stefano Nepa in pista.

Alla presentazione ha partecipato un folto pubblico composto da autorità politiche locali, rappresentanti della Federazione Motociclistica Italiana, giornalisti ed in modo particolare numerosissimi imprenditori, in maggioranza abruzzesi, molti dei quali sono già attivamente impegnati a sostenere il progetto sportivo del giovanissimo Nepa.
L’obiettivo del Team è quello di veicolare un messaggio positivo di promozione e valorizzazione del territorio, coinvolgendo appunto gli operatori locali, sia imprenditori che amministrazione pubblica, al fine di ottenere un ritorno d’immagine che sia fortemente legato alla tradizione del luogo.

Immancabile la presenza di alcuni rappresentati del Fan Club Ufficiale Stefano Nepa #81. Il gruppo di appassionati, guidati dagli imprenditori Peppino Barlafante e Graziano Forcini, hanno già promesso uno spettacolo di colori e suoni sulle tribune di tutti i circuiti dove Stefano sarà impegnato.

Far parte di un simile progetto mi rende estremamente orgoglioso: per l’esordio nella classe Moto3 non potevo chiedere di più! Sono davvero impaziente di iniziare questa nuova avventura e ,da esordiente, mi impegnerò in pista e negli allenamenti per migliorarmi passo dopo passo come pilota e come professionista. Voglio ripagare la fiducia accordatami dalla mia famiglia, dalla FMI, e da tutti gli sponsor coinvolti nel progetto”, ha dichiarato Nepa.

Di seguito, le dichiarazioni degli esperti:

Adriano Nepa, Team Manager 3570 Racing Team: “L’intento della famiglia era di mettere Stefano nelle giuste condizioni e avere al suo fianco persone che possano aiutarlo a crescere sportivamente. Sono convinto che saremo in grado di raggiungere i traguardi e gli obiettivi sportivi che ci siamo prefissati, senza fretta e maturando la giusta esperienza in ottica mondiale“.

Paolo Sesti, Presidente FMI: “Il Team Italia è il punto di arrivo del progetto “San Carlo Talenti Azzurri” in cui alleviamo giovani piloti accompagnando il loro talento dalle minimoto in su. Stefano Nepa è stato il primo pilota a far parte di questo progetto e segue i programmi federali già da alcuni anni. Il 3570 Racing Team è la naturale prosecuzione di un progetto pluriennale dove gli obiettivi sportivi di federazione e sponsor sono stati condivisi unitamente alla famiglia“.

Loreno Bittarelli, Presidente Cooperativa Radiotaxi 3570: “In 3570 siamo entusiasti di sostenere questo giovane talento e avvicinarci al mondo dei Millennials che condividono la passione per questo sport: la mobilità urbana sta cambiando profondamente e da tempo, con la nostra App IT Taxi, puntiamo sui bisogni delle nuove generazioni, che, smartphone alla mano, cercano un’alternativa all’auto affidabile e flessibile per muoversi in città. Siamo certi che Stefano avrà un anno di grande crescita davanti a sé, spinto da quella dedizione e voglia costante di migliorare, che rappresentano anche i valori della nostra azienda“.

Alberto Vitaloni, Presidente San Carlo Gruppo Alimentare: “Siamo orgogliosi che un pilota che supportiamo dai suoi primi passi sia arrivato a questo piccolo, ma nello stesso tempo grande traguardo. Da due anni supportiamo il Campionato Italiano e alcuni giovani piloti. Questo per noi è motivo di grande soddisfazione in quanto è la dimostrazione che il lavoro svolto sui giovani è stato proficuo, nell’attesa di vedere questi piccoli campioni mettersi alla prova nel panorama mondiale. San Carlo è fiera del lavoro svolto da tutti quanti e da il suo più grosso in bocca al lupo a Stefano per questa nuova stagione, augurandogli di raccogliere oggi e nel futuro nuovi ed importanti traguardi“.

Stefano Riminucci, Capo Tecnico 3570 Racing Team: “Lavorare con un pilota giovane come Stefano è molto stimolante. Abbiamo pianificato numerosi test invernali che partiranno a febbraio assieme ai ragazzi del Team Italia del Mondiale Moto3. L’obiettivo è quello di mettere nelle migliori condizioni possibili un giovane pilota alla sua prima esperienza in una categoria altamente competitiva come la Moto3. Stefano avrò tutto il tempo e la tranquillità per imparare e migliorarsi. Noi non guardiamo alla prestazione, ma alla crescita con un programma di lungo respiro”. 

PROFILO DI STEFANO NEPA
Stefano Nepa, classe 2001, 14 anni compiuti lo scorso 21 novembre, ha iniziato all’età di 8 anni un graduale e costante percorso di crescita sportiva che gli ha permesso di raggiungere in poco tempo già prestigiosi traguardi. In evidenza nelle Minimoto laureandosi nel 2011 Vice-Campione Europeo della Junior A, nel 2012 è passato alle MiniGP: 5° all’esordio, 4° nel 2013 mettendosi in mostra tanto da meritare il passaggio alle PreMoto3 nel 2014 a soli dodici anni. Al debutto assoluto nella nuova categoria è riuscito a conquistare il titolo di Campione Italiano della 250 cc 4 tempi impressionando per la costanza dei risultati: in dieci gare disputate è salito nove volte sul podio con due vittorie ed altrettante pole position assolute. Nel 2015 si conferma uno dei più promettenti piloti del vivaio tricolore conquistando la piazza d’onore al CIV, otto volte sul podio ed una vittoria.

CALENDARIO AGONISTICO 2016 – 3570 Racing Team
17 Marzo – Misano (ITA) – Test CIV
17 Aprile – Valencia (SPA) – FIM CEV REPSOL
15 Maggio – Vallelunga (ITA) – CIV
29 Maggio – Aragon (SPA)– FIM CEV REPSOL
05 Giugno – Barcellona (SPA) – FIM CEV REPSOL
03 Luglio – Mugello (ITA) –CIV
31 Luglio – Misano (ITA) – CIV
04 Settembre – Imola(ITA) – CIV
02 Ottobre – Jerez (SPA) – FIM CEV REPSOL
09 Ottobre – Mugello (ITA) –CIV
20 Novembre – Valencia (SPA) – FIM CEV REPSOL

Il pilota Federico D’Annunzio è già al lavoro per il 2016

Federico D'Annunzio dicembre 2015_600x400PESCARA – E’ un bilancio abbastanza positivo quello stilato a fine anno dal pilota abruzzese Federico D’Annunzio che è stato impegnato con l’FDA RACING TEAM per tutta la stagione nel Campionato Mondiale Superbike nella categoria Superstock  1000 in sella alla moto BMW S 1000 RR HP4 fornita dalla Concessionaria BMW Autoabruzzo di San Giovanni Teatino (CH).
Dopo un brutto infortunio in gara, che ha compromesso gran parte del lavoro pregiudicando il Campionato, oggi Federico D’Annunzio sta lavorando con un programma di recupero mirato ed è pronto a focalizzarsi sulla prossima stagione, con l’auspicio di trovare ulteriori sponsor che vogliano accostare il proprio nome a quello di questo talento abruzzese in ascesa e contribuire a portare alto in nome dell’Abruzzo nel Mondo.
È stato un campionato difficile, con 40 moto al via, molte di esse super ufficiali, iniziato con due cadute ed un brutto infortunio. Ma non abbiamo mollato, dopo un duro lavoro di recupero eravamo lì a giocarcela nella top ten già nella gara di Misano con un 8º posto in griglia ed un 6º nel warm up ! Ora l’impegno è massimo per preparare la nuova stagione!– ha dichiarato Federico D’Annunzio, continuando- Ormai da alcune settimane ho ripreso ad allenarmi, a questo riguardo ci tengo moltissimo a ringraziare Andrea Cantera che mi sta seguendo con un programma specifico nella sua struttura Medical Center di Montesilvano (PE). Approfitto, inoltre, per ringraziare ancora una volta il team, gli sponsor, i supporter e tutti coloro che in vario modo e a vario titolo mi hanno sostenuto”.

Parallelamente al Campionato, D’Annunzio ha partecipato a numerose manifestazioni sportive e benefiche, in veste di special guest e testimonial, l’8 dicembre è stato a Perugia per ricordare il pilota Andrea Antonelli.

 

Week-end sfortunato quello di Matteo Patacca

Patacca Ortona festeggiamenti foto Rosati_576x600PINETO – Sabato 11 e Domenica 12 luglio, nel Circuito di Pomposa a San Giuseppe di Comacchio in provincia di Ferrara, Matteo Patacca ha disputato le due gare di Campionato gareggiando come sempre con coraggio ma la sfortuna ha avuto il sopravvento. Partito sesto sulla griglia di partenza (unica qualifica per entrambe le gare), al primo giro era nel gruppo di testa quando i due piloti che lo precedevano sono caduti coinvolgendolo in un incidente. Fortunatamente illeso ma con la moto ormai danneggiata Patacca non si è arresto ed ha ripreso una gara ormai decisa, chiudendola in tredicesima posizione. Per la gara di domenica, nonostante il lavoro dei tecnici, la moto era ancora compromessa ma Mao Mao, questo il nome in cui Matteo Patacca è conosciuto nell’ambiente, è riuscito a chiudere quinto.

La tempra del giovane pilota ancora una volta è venuta a galla e. nonostante la delusione, non si è dato per vinto.  “Sono deluso perché ero sicuro di poter fare bene ma è stato un week-end sfortunato e non posso fare altro che accettarlo– ha spiegato Matteo Patacca a fine gara, continuando- Ringrazio la mia famiglia ed il mio team e gli amici che anche questa volta sono venuti da Pineto a fare il tifo per me”.
Le prossime competizioni alle quali parteciperà Matteo Patacca saranno l’European Championship Mini Road Racing, Il Campionato Europeo sotto egidia FIM Europe riservato ai giovani talenti delle Minimoto-MiniGP che si disputerà a Pomposa l’ 1 e il 2 agosto prossimi e poi il 20 settembre a Franciacorta per l’ultima gara del Campionato Italiano. Patacca incontrerà i suoi sostenitori il prossimo 18 luglio a partire dalle ore 21.00, a Pineto (TE) in occasione della Notte Bianca dello Sport.

Ottavo successo del Trofeo di Nuoto Città di Pineto

partenza_600x399PINETO – Come sempre non è mancata l’adrenalina per la traversata più particolare d’Abruzzo: il Trofeo di Nuoto Città di Pineto giunto ormai alla sua ottava edizione. Un mix tra sport, solidarietà ed amicizia per una gara non competitiva che ha avuto luogo il 4 luglio a partire dalle 7.30 di mattina nelle acque antistanti il Lido Donna Italia a Pineto(TE).

La manifestazione, organizzata dal gruppo Spatangus con il patrocinio del Comune di Pineto,  rappresenta ormai da anni un evento originale ed unico. Gli atleti sono impegnati in una traversata in acque libere per oltre 3 miglia-  dalla zona limitrofa alla piattaforma petrolifera “Fratello Cluster” fino alla terra ferma-  nuotando per un fine nobile. La gara è a scopo benefico ed ogni bracciata dei nuotatori rappresenta un contributo attivo per il sostegno a due associazioni:  “Abilbyte”– Associazione di Volontariato di Utilità Socio-informatica –  che utilizzerà il contributo per l’acquisto di ausili informatici per persone con difficoltà motorie o di comunicazione e Associazione Dimensione Volontario onlus, che ha come scopo lo svolgimento di attività nei settori di assistenza sanitaria, beneficenza, formazione, promozione della cultura e dell’arte, tutela dei diritti civili in favore delle persone diversamente abili.

La Swimming Race è cresciuta di anno in anno e in questa edizione il numero di atleti è stato portato a 100 proprio per andare incontro alla grande richiesta di partecipanti che arrivano a Pineto da tutta Italia e in alcuni casi dall’estero. Special guest di quest’anno è stato il pilota di moto Federico D’Annunzio attualmente impegnato a partecipare al Mondiale Superbike, categoria Superstock 1000 in sella alla sua moto BMW S1000 HP4. Amante del nuoto e molto sensibile a tematiche sociali, Federico D’Annunzio ha raccolto il testimone dell’ospite d’onore della scorsa edizione, Roberta Pagliuca: una ragazza affetta da tetraparesi spastica, che porta avanti un messaggio di uno sport che sia maggiormente “inclusivo” nei confronti di chi condivide con una disabilità e che vada oltre un cronometro e un ordine di arrivo.
D’Annunzio ha aspettato sulla battigia l”arrivo della Pagliuca ed un abbraccio ha suggellato simbolicamente il passaggio di testimone.

Ogni anno è una nuova avventura ed una nuova sfida che siamo sempre ben felici di accogliere– ha spiegato Cristina De Tullio del Gruppo Spatangus  che ha continuato- in questa edizione abbiamo portato il numero dei partecipanti a 100 proprio per dare la possibilità a quanti ce lo hanno chiesto di prendere parte al Trofeo. Ringrazio a nome del Gruppo Spatangus l’Amministrazione Comunale per il supporto, così come la Capitaneria di Porto e tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile tutto ciò: dagli sponsor ai capitani delle barche che ci hanno portato a largo, allo special guest Federico D’Annunzio.  Il mio grazie più grande però va a tutti gli atleti che ogni anno rendono possibile la magia del Trofeo di Nuoto“.

È stato ancor più emozionante di quanto immaginassi  e sono stato onorato di raccogliere un testimone così importante” ha dichiarato Federico D’Annunzio.

Per Pineto è un orgoglio poter ospitare un trofeo di nuoto di questo genere – ha dichiarato il sindaco di Pineto Robert Verrocchioche oltre ad arricchire la nostra città con un evento sportivo capace di richiamare decine di persone da tutta Italia, mantiene un’importante attenzione anche a favore del sociale“.

Come ogni anno, gli Spatangus non hanno lasciato nulla al caso e per chi è rimasto sotto l’ombrellone sono state organizzate molte attività:dal Crucilibro, una raccolta di 100 cruciverba di Airfranz (Francesco Airoldi), il cui ricavato è stato devoluto alle Associazioni, ai giochi in pineta con uno spazio dedicato ai più piccoli con giochi, laboratori manuali, animazione e molto, molto divertimento a cura di Summersmile. Un’attrazione che non è passata inosservata è stata la presenza del drone F550 guidato da Francesco Garretta che ha incuriosito molti turisti presenti.

Questo l’ordine di arrivo degli atleti: Mattia Pivotto, Andrea Del Barone, Dario Nitti, Alessandro Cianfrone, Alessandro Florindi, Alessandro Trevisi, Massimo Zuccolo, Antonio Terrenzio, Emil Rosati, Mirko D’Intino, Federico Di Domenico, Domenico Rotini, Simone Perilli, Luca Marcone, Luigi Midolo, Andrea Iannetti, Francesco Verna, Emmanuel Luciotti, Daniele Gaudini, Luca Listorti, Beatrice Caccia, Nicolas Colombo, Fabrizio Orsi, Ettore Romano, Fausto Antico, Paolo Maspero, Arnaldo Saquella, Maurizio Pirocchi, Giada Centone, Ivan Amoroso, Carlo Cecchini, Martina Alcini, Daniele Amelii, Rossella Delle Vedove, Gabrielino Pistilli, Luca Mura, Carlo Gasperini, Daniele Surricchio, Federico Pani, Paolo Di Giacinto, Giorgio Bruni, Eugenio Beretta, Giuseppe Romito, Gian Luca Manunza, Danilo Appignani, Manfredi Lai, Vittorio Lattanzio, Carlo Morandi, Angela Clerico, Stefano D’Anteo,Roberto Capriotti, Irene De Galitiis, Vincenzo Pompei, Luana Marcone, Luca Rossi, Maurizio Cavaliere, Ennio Crisante, Eleonora Nicolazzi, Elena Gallazzi, Giancarlo Mancini, Giuseppe Recchia, Giorgio Mottura, Sonia Luppi, Daniele Forapianti, Jessica Di Fabrizio, Cristian Di Censo, Paolo Lai, Carlo Piran, Matteo Mariani, Giuliano Montanari, Stefano Sarina, Nicolino Caidrelli, Vincenzo Gambone, Antonio Procaccini, Stefano Trentin, Luigi Ferretti, Paolo Cirillo, Vincenzo Misuraca, Cristiano Piersanti, Laura Baccarini, Christian Amoroso, Alessandra Fazzini, Massimo Salvi, Toni Patacca, Paola Patricelli, Christian Ridolfi, Graziano Wade, Roberta Pagliuca, Maurizio Corti, Gianluca Di Renzo, Lorenzo Livello (tempo non rilevato), Marco Treppiedi(tempo non rilevato).

Atletica Vomano, Macchia e Adugna da primato

Adugna Half marathon Pescara 2015_600x426ROSETO – Il fine settimana agonistico dell’atletica leggera e del podismo abruzzese, di sabato e domenica 23-24 maggio, ha messo ancora una volta in evidenza in più competizioni i portacolori dell’atletica Vomano di Morro D’Oro. Sulla pista dello stadio Isaia Di Cesare di Piazza d’Armi, dove si sono disputati i campionati Regionali individuali junior e promesse, il giovane e promettente mezzofondista junior 1° anno Marco Macchia, al ritorno alle gare dopo un infortunio, nella distanza dei mt 5000, con il tempo di 15.26.10, ha stabilito il minimo per i Campionati italiani di categoria, rifilando oltre un minuto al secondo classificato junior, nella stessa manifestazione dell’Aquila.

Altri titoli Regionali, sono arrivati per l’Atletica Vomano, per merito di Leonardo Baldacchini nei 10 km di marcia promesse e Matteo Flemac nel salto con l’asta promesse, reduce da un’ esibizione di salto con l’asta in piazza a invito nelle Puglia. L’altro primato personale è arrivato dall’etiope Adugna Biniyam, alla 2° edizione Half marathon di Pescara, con il tempo di 1h11.07, correndo senza avversari dall’inizio alla fine della competizione, confermandosi il miglior podista abruzzese.

A caratterizzare gli ottimi risultati del fine settimana dell’Atletica Vomano, hanno contribuito anche i giovani dell’area promozionale, a Montemarcone di Atessa (Ch) manifestazione valevole per il Corrilabruzzo 2015, ha collezionato il primo posto nei mt 1000 ragazze Diletta Di Cristofaro, il terzo, quarto e quinto posto nei mt 1000 ragazzi Andrea Iachini, Ejan Palantrani e Francesco Marcheggiani. Nella stessa manifestazione da segnalare il terzo posto assoluto tra le donne nei 11 km di corsa di Stefania Capodicasa, vincitrice nella categoria F40 il giorno dopo alla gara di Ancarano (Te) valevole per il circuito Pretuzi e Piceno.
A termine delle due giornate, il Direttore tecnico Gabriele Di Giuseppe soddisfatto commenta, “Ogni fine settimana siamo ripagati dei nostri sacrifici, con i brillanti risultati degli atleti che sono costretti a gareggiare continuamente in trasferta. Infatti, la mancanza di una struttura adeguata nella vallata del Vomano impedisce di promuovere il territorio e l’atletica leggera attraverso eventi e manifestazioni, ma nonostante tutto la storia della nostra squadra continua“.

Nuova vittoria per il pinetese Matteo Patacca

Premiazione Ortona Patacca 2015_600x586PINETO – Matteo Patacca, il giovanissimo pilota pinetese domenica ad Ortona (CH) è tornato a stupire: dopo aver concluso la scorsa stagione laureandosi Campione Italiano aggiudicandosi il Campionato Italiano Velocità (CIV) classe junior B ed aver vinto a Forlimpopoli (FC) anche il prestigioso Trofeo Simoncelli categoria Junior B; domenica ha vinto ancora in sella alla sua Phantom by zpf.

Matteo Patacca sta gareggiando nella categoria MiniGP 50cc che è riservato a piloti da 11-13 anni e ad Ortona per la prima di gara di Campionato, ha ripreso da dove aveva lasciato portandosi a casa una nuova vittoria. Secondo sulla griglia di partenza e dopo i primi metri non proprio facili alla prima curva era in quinta posizione ma in tre giri ha rimontato ed ha condotto la gara fino alla fine allungando giro per giro sul secondo. Una vittoria piena che ha portato molta commozione tra i numerosissimi sostenitori intervenuti per tifare “Mao Mao”, questo il nome con cui è conosciuto nell’ambiente Matteo Patacca.

Sono davvero molto felice per questa vittoria; il campionato in questa nuova categoria non poteva iniziare meglio– ha dichiarato Matteo Patacca durante i festeggiamenti- Ringrazio mio padre Alessandro Patacca, il Team Manager Marco Laurenzi,  il preparatore Mauro DiPasquale,il sospensionista Alessandro Mariani e gli sponsor MD e la EVo srl., i miei sostenitori e tutti coloro che hanno contribuito alla mia vittoria”.

 

Presentato il 29° Meeting Nazionale di Società per Giovanissimi 2015. Pineto capitale del baby ciclismo

11058703_361332980733844_6166420153636098784_n_600x450PINETO – Oltre duemila e cinquecento baby ciclisti, in rappresentanza di quasi trecento società provenienti da tutta Italia, accompagnati da tecnici e familiari per un totale di oltre ottomila presenze negli alberghi e nelle strutture ricettive delle terre del Cerrano. È l’allegra invasione che attende Pineto per il 29° Meeting Nazionale di Società per Giovanissimi 2015 che si terrà nel comune teramano dal 18 al 21 giugno prossimo. L’evento è stato presentato sabato 16 maggio nella cornice di Villa Filiani dal Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, e dal Presidente della Fci, Renato Di Rocco. Numerose le autorità intervenute: il Consigliere nazionale Fci Camillo Ciancetta, il Presidente del Coni Abruzzo, Enzo Imbastaro, il Presidente regionale Fci, Mauro Marrone, il Presidente dell’Asd Cerrano Outdoor, Andrea Cesarini, e il Responsabile tecnico del Meeting Pasquale Parmegiani.

Oltre 250 società partecipanti e più di 2500 piccoli ciclisti, dai 7 ai 12 anni – ha detto il sindaco di Pineto Robert Verrocchio nel suo saluto – Siamo felici di ospitare il Meeting che sarà di sicuro una splendida opportunità per Pineto e da mesi stiamo lavorando perché la nostra città sia pronta al meglio per le tre giornate. E’ una splendida opportunità turistica quindi: non solo gare ma anche intrattenimento“.

Il presidente nazionale della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco ha affermato: “Pineto ha risposto bene, in tempi celeri e con modalità operative efficaci all’esigenza di organizzare un appuntamento di tale portata. Sono sicuro che sarà un successo“.

Si correrà in pineta per la specialità MTB,e nel cuore della città per le gimkane e le gare di velocità. Ciclismo, ma non solo. Il Meeting sarà una kermesse che accenderà la città dalle otto del mattino fino al dopo cena. Un Villaggio nel centro di Pineto, al Parco della Pace, con talk show, promozione enogastronomica, animazione per i bambini, musica per le famiglie e tante sorprese permetteranno di passare insieme, tecnici, turisti e famiglie, un week end unico in riva allo splendido mare pinetese. Per l’occasione ci sarà uno speciale annullo filatelico.

Presente anche lo stand della Polizia stradale con il Progetto Icaro, il pullman Azzurro e la nuova Lamborghini: “Che bello poter ospitare un altro grande evento sportivo – ha commentato Enzo Imbastaro, presidente regionale del Coni – Il Meeting sarà sport per i più piccoli, con una forte connotazione di divertimento e spensieratezza, valori che dovrebbero più di ogni altro rappresentare ogni attività sportiva“.

Il più soddisfatto è ovviamente Andrea Cesarini, presidente dell’Asd Cerrano Outdoor e motore organizzativo della manifestazione: “Stiamo lavorando alacremente da un anno, non è mai facile pianificare un evento di tale portata, abbiamo fatto il massimo e speriamo di offrire a Pineto e a tutta la regione giorni indimenticabili di sport e divertimento”.

Da giovedì a domenica, oltre alle gare, intratterremo i turisti con itinerari turistici e spettacoli musicali ed enogastronomici“, ha spiegato Pasquale Parmegiani, responsabile tecnico della kermesse, che ha poi brevemente illustrato la natura dei percorsi sui quali gareggeranno gli oltre 2500 piccoli ciclisti provenienti da tutta Italia. Appuntamento dunque alle ore 19 di giovedì 18 giugno, con la sfilata inaugurale che darà ufficialmente il via al 29° Meeting nazionale di ciclismo giovanile.

Federico D’Annunzio, telecronista della Superstock 1000 ad Imola

Federico D'AnnunzioPESCARA – Impossibilitato a gareggiare in seguito ad un infortunio accorso lo scorso 19 aprile in Olanda; ieri ad Imola, il pilota abruzzese Federico D’Annunzio – impegnato nel Mondiale Superbike categoria Superstock 1000 in sella ad una BMW S1000 HP4  – ha vestito i panni di commentatore tecnico al fianco di Max Temporali. La gara è stata trasmessa in diretta su Italia2 alle 14.05.

Naturalmente avrei preferito di gran lunga prendere parte alla competizione nella mia veste di pilota, ma nonostante i miglioramenti dovrò pazientare ancora un po’ – ha dichiarato Federico D’Annunzio da Imola, continuando- quella di oggi è un’esperienza nuova, che segna comunque un tassello importante nel mio percorso e ne sono molto felice. Ringrazio Max Temporali per avermi voluto con lui in cabina, Mediaset e la redazione di Italia2. Approfitto inoltre per ringraziare tutti coloro che mi stanno supportando in questo momento: dai miei sostenitori al team per arrivare ai medici che mi hanno seguito a dal momento dell’incidente ad oggi. In particolare il mio ringraziamento va al Dottor Giuseppe Porcellini“.

La prossima gara si è disputerà in Inghilterra al Donington Park Circuit il prossimo 24 maggio.

Assen, Olanda: incidente per il pilota Federico D’Annunzio

Federico D'AnnunzioIn Olanda, nell’impegnativo Circuito di Assen, definito l’ “Università della moto” la gara di ieri è stata caratterizzata da una serie di incidenti ed esclusioni tra cui quella di Federico D’Annunzio. Quasi analogamente a quanto capitato domenica scorsa in Spagna ad Aragon,infatti,  il primo giro è stato caratterizzato da numerose cadute e mentre la diretta tv trasmetteva la tragedia sfiorata dal pilota Tamburini e la bandiera rossa sventolata dai giudici di gara, in un altro punto del circuito avveniva l’incidente di Federico D’Annunzio. Le prime immagini di D’Annunzio trasmesse in tv sono state quelle durante il trasporto al Centro Medico dove in seguito agli accertamenti di rito, la diagnosi è stata di “lussazione della spalla e rottura della testa dell’omero”. Minuti di grande apprensione dunque, per i numerosi tifosi che stavano seguendo al gara dall’Italia ed immediato il tam tam sui Social Network in cui ci si interrogava sullo stato di salute del pilota.

All’uscita di un curvone ho dato gas ma la moto mi ha disarcionato ad una velocità di circa 180 chilometri orari. L’impatto è stato durissimo e ho continuato a rotolare strisciando sull’asfalto per diverse decine di metri- ha dichiarato Federico D’Annunzio dal Centro Medico, continuando- Non ho mai provato un dolore così forte in tutta la mia vita, neanche a seguito della rottura delle clavicole; nonostante gli antidolorifici sono davvero molto sofferente. I tempi di recupero si prevede siano lunghi, la prognosi è di un mese di stop, ma domani al mio rientro in Italia approfondiremo gli esami per accertare anche la condizione di muscoli e tendini. Non è stata proprio la gara che speravo. Questa mattina il Warm Up era andato molto bene ed ero davvero molto molto carico. Adesso l’obiettivo è fare il possibile per poter gareggiare ad Imola”.

La gara si è conclusa con la vittoria di Lorenzo Salvadori, seguito da De Rosa e Jezek; la prossima tappa si terrà in Italia, ad Imola il prossimo 10 maggio.

Ad affiancare Federico D’Annunzio l’FDA Racing Team costituito da Fabio D’Annunzio Team Manager/ Responsabile Tecnico, Mirco Di Claudio Collaudatore, Massimo Gustato Telemetrista, Pierpaolo Pompei Meccanico, Bushaib Tahiri Aiuto Meccanico, Mattia Cavicchia Responsabile Logistica, Pietro Di Berardino Responsabile Hospitality, Alessandro Chiarella Autista, Edda Migliori Responsabile Comunicazione, Enrico Chiavarini sito Internet, Michele Di Fabio grafiche moto, Carlo Di Fabio Grafiche Casco, collaboratori: Stefano Marini Misterioso, Walter Colleluori, Ezio De Vincentiis, Pascal Cardinale.