Alunni della “Schiazza” dedicano un dipinto a Gigino Braccili

luciano astolfi maria schiazzaROSETO – Un dipinto astratto per ricordare un “Gigante” della Roseto dell’ultimo secolo. Questa è stata l’idea dell’artista Luciano Astolfi, che ha guidato lo scorso 10 giugno gli alunni delle classi 5°A e 5°B della Scuola Primaria “M.Schiazza” nella realizzazione di “Paesaggio nella memoria”. L’opera, un dipinto su tela 3×2, è stata dedicata alla memoria di Luigi “Gigino” Braccili, venuto a mancare ventiquattro ore prima. I piccoli artisti hanno seguito con passione ed attenzione le indicazioni del maestro Astolfi, che li ha indirizzati passo dopo passo nell’ideazione del dipinto, divertendosi quanto i bambini, se non di più. Gli alunni, di comune accordo con le maestre, il direttore Pasquale Avolio e l’artista, hanno deciso di donare l’opera alla famiglia Braccili. Il figlio del compianto Gigino, il giornalista Umberto, ha apprezzato tantissimo il lavoro realizzato dai bambini, garantendo che il dipinto entrerà a far parte di un museo di prossima attuazione, da dedicare ad uno dei più grandi giornalisti e storici abruzzesi dell’ultimo secolo.

Alunni del convitto “M.Delfico” ricevono “L’arte di mettere da parte”

l'arte di mettere da parte (1)TERAMO – Questa mattina i trenta alunni delle classi delle classi terza, quarta e quinta della Scuola Primaria del Convitto Nazionale “Melchiorre Delfico” che avevano partecipato alla 89ª Giornata Mondiale del Risparmio nell’ottobre scorso, hanno ricevuto in regalo il volume “L’arte di mettere da parte”. La pubblicazione, realizzata da Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti nell’ambito della seconda edizione del progetto ludico-formativo “Una Storia fattapPosta”, raccoglie i migliori lavori sul tema del risparmio selezionati tra gli oltre 5000 provenienti da 130 scuole d’Italia.

Massiccia la rappresentanza teramana all’interno del testo, in cui trovano spazio ben quattro lavori dei giovani studenti del Convitto: i disegni di Alessia Kullolli, Sara Migliozzi, Sonia Mentaberry (classe quarta) e quello di Andrea Di Francesco (classe quinta).

A consegnare il libro, alla presenza della dirigente scolastica, prof.ssa Loredana Di Giampaolo, e delle maestre Monica Chiusaroli, Monica Di Marcello, Giovanna Falconi, Nicoletta Macarlino, Paola Pirocchi, Elisa Rossi, Stefania Di Giuseppe, Elvira Manilii e Daniela Angeloni, che avevano coordinato gli alunni nel progetto, è stata la direttrice provinciale di Poste Italiane, Angela Zappacosta.

“Anche quest’anno il nostro progetto ha raccolto il gradimento delle scuole e l’entusiasmo degli alunni di tutta Italia – ha spiegato la dott.ssa Zappacosta –  Ci tengo pertanto a ringraziare personalmente e a nome di Poste Italiane questo prestigioso Istituto del nostro territorio, che ha accolto con entusiasmo l’iniziativa e i giovani studenti che con creatività e fantasia hanno realizzato contributi assai meritevoli. Il tema del risparmio, inteso nelle sue accezioni più svariate, è un concetto quanto mai attuale oggigiorno: è importante dunque sensibilizzare le giovani generazioni e fornire loro le conoscenze per costruirsi un futuro sereno “.

Si è concluso il progetto “Filatelia e Scuola”

roseto2ROSETO – Si è svolto questa mattina, presso il Centro “Piamarta” a Roseto, l’evento conclusivo del progetto “Filatelia e Scuola”. Un progetto questo che si prefigge l’obiettivo di stimolare e mantenere vivo l’interesse delle nuove generazioni verso il francobollo italiano, visto non solo come oggetto da collezionare, ma anche e, soprattutto, come mezzo di diffusione della storia, della cultura, delle comunicazioni nel corso dell’evoluzione socio-storica del nostro Paese, segnandone ogni passaggio. Il francobollo è, infatti, un’opera d’arte in miniatura che viene ammirata per la capacità di raccontare grandi vicende in uno spazio pur così limitato.

Al progetto, nato da un accordo tra Poste Italiane, Ministero dell’Istruzione, Ministero dello Sviluppo Economico Istruzione e la Federazione tra le Società Filateliche, hanno partecipato 300 alunni dell’Istituto Comprensivo Roseto 2”, che ha aderito con le classi terza, quarta e quinta di Roseto Centro, la classe terza di Montepagano e le classi quarta e quinta di Santa Lucia e Campo a Mare.

Un ciclo di quattro lezioni per far conoscere ai più giovani il significato di una passione che coinvolge ogni fascia di età e che annovera in Italia migliaia di appassionati. L’intero progetto si è avvalso della collaborazione della Sig.ra Maria Grazia Vitillo, referente filatelica provinciale, che con passione ha introdotto gli allievi ai temi della comunicazione e della filatelia mediante un percorso multidisciplinare di studio e approfondimento concordato con le insegnanti, facendosi apprezzare per la sua dedizione, oltre che per la competenza professionale, coadiuvata dalla Collaboratrice del Dirigente Scolastico, insegnante Rosella Crescenzi, che con impegno costante ha curato tutte le fasi della progettualità.Filatelia-e-scuola

Per l’occasione il Dirigente scolastico, prof. Viriol D’Ambrosio, ha proposto un concorso, dal titolo “Il mio francobollo”, rivolto a 190 alunni delle classi quarte e quinte di Roseto Centro e quelle dei plessi periferici di Santa Lucia e Campo a Mare, i quali sono stati invitati a “creare” il proprio francobollo.Alla cerimonia di premiazione di questa mattina, oltre a Maria Grazia Vitillo e il prof. D’Ambrosio, erano presenti Patrizio Ledda (responsabile commerciale provinciale di Poste Italiane), Emidio D’Ilario (presidente del Circolo Filatelico-Numismatico Rosetano) e il prof. Bruno Zenobio, insigne mosaicista rosetano.

 A tutti i partecipanti Poste Italiane ha consegnato un libro di filatelia dal titolo “Un universo da esplorare”, mentre con un kit di articoli filatelici sono stati premiati i vincitori del concorso indetto dalla scuola. Un’apposita giuria ha infatti selezionato i due lavori migliori per ogni classe.

Gli alunni hanno risposto egregiamente all’iniziativa”, ha commentato Maria Grazia Vitillo. “Per qualcuno il francobollo era un quadratino visto di sfuggita nella “collezione del nonno”, per altri una novità tutta da scoprire. Ora, dopo aver partecipato alle lezioni tutti sono al corrente di come è nato il primo francobollo, di come si collezionano, di come si è evoluto il servizio postale e, soprattutto, tutti hanno imparato a scrivere una cartolina per poter comunicare (come una volta) con amici e parenti. La classe III di Montepagano ha addirittura iniziato una piccola collezione di francobolli usati e questo sta a indicare che qualcosa è rimasto nelle menti e nei cuori.


Ecco i nomi dei premiati:

 

PLESSO “PASQUALE CELOMMI”

classe IV A – insegnante Gabriella Caporaletti

  • Larissa Bencze
  • Claudio Camilletti
  • Alessandra Marini

classe IV B – insegnante Maria Assunta Anna Boschi

  • Isabella Fontana
  • Rebecca Forcini
  • Francesco Ruggieri

classe IV C – insegnante Paola Rastelli

  • Davide Delli Compagni
  • Matteo Fabri
  • Edoardo Raggiunti

classe V A – insegnante Silvana Recchiuti

  • Domenico Di Giuseppe
  • Luca Iachini
  • Martina Marini

classe V B – insegnante Bruna Angelini

  • Giulia Berardinelli
  • Alice Cerasi

 

classe V C – insegnante Mirna Cerulli

  • Andrea D’Alessandro

 

PLESSO DI CAMPO A MARE

Classe V – insegnante Vincenzina Trailani

.          Pierluca Mazzagatti

  • Francesco Pavone

 

PLESSO DI SANTA LUCIA

classe IV – insegnante Loredana Lucantoni

  • Simone D’Intino
  • Francesca Trozzi

classe V – insegnante Angela Felicioni

  • Sara Ceci

Notaresco abbraccia il Giocatletica

giocatletica velocità OKIl “Giocatletica” fa tappa a Notaresco, coinvolgendo gli alunni delle classi terze A-B-C, le classi quarte A-B-C- e la quinta C delle scuole primarie dell’Istituto comprensivo di Notaresco (Te). I bambini si sono cimentati con tanto entusiasmo in piazza S.Pietro, trasformata per l’occasione in palestra a cielo aperto, in una mattinata di festa, condizionata da incerte condizioni atmosferiche, nella corsa con il sacco, tiro alla fune, corsa veloce, staffetta, lancio del vortex e marcia.
Presente alla manifestazione il Sindaco del Comune di Notaresco, Diego Di Bonaventura, (che nel breve intervento ha rimarcato la mancanza di lavoro, proprio in questa giornata del 1° maggio), il Dirigente scolastico Dott.ssa Antonietta Battelli, il secondo collaboratore insegnante Antonietta Di Taranto e diversi insegnanti che hanno condiviso il progetto “Giocatletica” nell’ambito del programmagiocatletica finale (1) di offerta formativa anno scolastico 2013/2014.
L’evento, promosso dal Direttore Tecnico Atletica Vomano, Gabriele Di Giuseppe, con la fattiva collaborazione della Pro loco di Notaresco e della cooperativa Sociale “il sole” che ha offerto il rinfresco a tutti i partecipanti. Le medaglie di partecipazione sono state finanziate dal genitore di un alunno , Simone De Patre.

“Sono molto soddisfatto per l’adesione alla manifestazione degli alunni, accompagnati dai propri genitori” è stata la dichiarazione del vice Presidente della Pro loco Gianfranco Marrocco, che aggiunge “Ringrazio l’Atletica Vomano nella persona di Gabriele Di Giuseppe e tutti i suoi collaboratori per l’ottima organizzazione, l’Amministrazione Comunale di Notaresco, i volontari dell’unione soccorso per l’assistenza tecnica e la cooperativa “il sole” e tutti coloro che si sono prodigati a favore della manifestazione, dandovi l’appuntamento per la 2° edizione del prossimo anno”.

giocatletica finale (2)

Gli alunni della “Maria Schiazza” saranno spettatori dello “Zecchino D’Oro”

MarieleROSETO – Il prossimo 21 novembre 2013, gli alunni delle classi 5^ della scuola primaria “Maria Schiazza” di Roseto degli Abruzzi saranno ospiti, in qualità di spettatori, al 56° ZECCHINO D’ORO,  che si svolgerà a Bologna dal 19 al 23 novembre 2013  e verrà trasmesso in diretta su RAI UNO e RAI HD in Eurovisione e in Mondovisione, dalle 17,10 alle 19,30. L’Istituto Comprensivo Roseto 1 già da diversi anni, annovera tra i suoi partner proprio l’Antoniano di Bologna e numerosi sono state le occasioni di contatto e di collaborazione con questa importante istituzione, patrimonio culturale italiano che ha accompagnato intere generazioni, che si occupa di solidarietà, intrattenimento e comunicazione sociale, ma la cui attività più nota è il Piccolo Coro “Mariele Ventre”,  composto da bambini dai 3 agli 11 anni, attualmente diretto da Sabrina Simoni. Il coro è stato diretto per quasi quarant’anni dall’indimenticabile Mariele Ventre alla quale, la nostra amministrazione comunale ha intitolato l’Asilo Nido di Via Manzoni. La stessa Mariele è stata ospite a Roseto degli Abruzzi, nel 1993, per ricevere la “Rosa d’argento” , un prestigioso riconoscimento alla passione e all’impegno educativo e formativo dimostrati durante la sua attività direttiva. Padre Alessandro Caspoli, Direttore della prestigiosa istituzione francescana, riceverà, prima della trasmissione, una delegazione di bambini, docenti e genitori.  I  bambini vivranno un’occasione irripetibile, un’entusiasmante avventura in un mondo canoro ancora genuino,  spontaneo e denso di valori, un momento unico, che tutti loro porteranno nel cuore  per sempre.