sexa cura della Dott.ssa Sara D’Alessandro – Psicologa, Sessuologa

Il fenomeno dell’obesità sta assumendo sempre più proporzioni di un’epidemia globale. I riflettori della Sanità pubblica sono puntati su di esso, per via dell’incremento dei costi legati a questa malattia. Gli effetti negativi dell’obesità sulla salute generale sono in gran parte ben documentati. Parallelamente, le conseguenze per la salute sessuale sono meno conosciute e ancora poco studiate; ad oggi non ci sono studi esaurienti sull’impatto del sovrappeso e l’obesità sulla sessualità.

Tuttavia, i messaggi culturali continuano a dirci che l’essere in sovrappeso e l’essere sexy non si amalgamano assolutamente, proprio come l’olio e l’acqua. Ci sono chiaramente pregiudizi sociali che ci influenzano negativamente a livello individuale, e purtroppo le persone stanno interiorizzando la definizione della società di ciò che è necessario per essere adeguati in un rapporto sessuale – ossia una particolare forma del corpo, magra ed atletica.

D’altro canto, i messaggi culturali non sono tutta la verità. Nuove ricerche suggeriscono che alcune condizioni fisiche che accompagnano l’obesità incidono anche sul desiderio sessuale, attenuando ulteriormente il desiderio di coloro che sono in sovrappeso. La buona notizia è che è possibile apportare alcune modifiche al vostro corpo (ma anche il modo di pensarlo e vederlo) per migliorare la vostra libido. È possibile:

- perdere un po’ di peso, anche 10 kg. se necessario, per stimolare gli ormoni sessuali;

- mangiare cibi più nutrienti, che controllano i livelli di colesterolo e zuccheri nel sangue;

- svolgere un allenamento che aumenti l’afflusso di sangue nella zona pelvica e genitale (sex workout);

- acquistare un romanzo erotico e iniziare a leggerlo;

- accettare il proprio corpo così com’è nelle sue forme e dimensioni;

- credere nella propria sensualità.

Come l’eccesso di peso ostacola la sessualità?

Circa il 30% delle persone obese che cercano aiuto per perdere peso riportano problemi di libido, di desiderio sessuale e di soddisfazione sessuale, o di tutti e tre gli aspetti. Spesso questi problemi possono essere ricondotti a condizioni cliniche che coesistono con l’obesità, come il colesterolo alto, l’insulino resistenza (che può portare a diabete mellito di tipo 2) e la sindrome metabolica. Queste condizioni mediche hanno la capacità di influire sulle prestazioni sessuali, che a sua volta hanno un forte impatto sul desiderio, soprattutto per quanto riguarda gli uomini. Queste condizioni possono causare aterosclerosi con ostruzione delle piccole arterie del pene, e un uomo che ha problemi di erezione a breve perderà anche il suo desiderio sessuale.

Allo stesso modo, anche le piccole arterie che apportano sangue ai tessuti cavernosi del clitoride e nelle pareti della vagina (vedi articolo precedente Sessualità femminile, un campo non del tutto esplorato) subiscono lo stesso tipo di impatto.

Infine, l’obesità e il grasso viscerale sono correlati a bassi livelli di testosterone totale e libero (quota parte biodisponibile, ossia biologicamente attiva) con il risultato finale di un desiderio sessuale ulteriormente compromesso.

Semplici cambiamenti per migliorare la vostra libido

Cosa si può fare per migliorare la vostra condizione fisica rispetto al sesso? Molto. Gli esperti dicono che perdere peso può liberare il testosterone e dare quasi immediatamente una spinta alla vostra vita sessuale. Ma c’è una notizia ancora migliore: apportare modifiche alla vostra dieta – renderla povera di proteine animali e lipidi ma ricca di fibre, frutta e verdura con pasti frequenti e non abbondanti – aiuta a tenere sotto controllo glicemia e colesterolo, migliorando così il vostro desiderio sessuale (anche se non si perde peso). La dieta che favorisce una sana vita sessuale è la stessa che ritarda l’invecchiamento: attenta ai micronutrienti e slow food! Molto spesso quando i miei clienti iniziano a prendersi cura di se stessi, adottando uno stile di vita sano, riportano anche un sostanziale aumento del loro interesse verso il sesso.

Anche esercizi non mirati alla perdita di peso ma ideati per aumentare l’afflusso sanguigno ai genitali possono costituire un elemento determinante, soprattutto per le donne. Qualsiasi attività che aumenta la circolazione sanguigna ai grandi gruppi muscolari della gambe, delle cosce e dei glutei, oltre che del bacino e di tutta la zona pelvica – come yoga, camminata veloce, bicicletta, senza dimenticare gli esercizi di Kegel – può migliorare la lubrificazione e la funzione orgasmica, mettendo in moto un circolo virtuoso con conseguente aumento del desiderio sessuale.

Quando i lavori domestici o il fare la spesa occupano tutti i vostri pensieri, non c’è spazio per pensare al sesso, al di là del vostro peso o della vostra immagine corporea. Si potrebbe integrare il sex workout con 20 minuti di lettura erotica, per 3 volte a settimana. L’obiettivo: focalizzare l’attenzione sul sesso e migliorare il desiderio sessuale.

Il desiderio sessuale non migliora? Chiedi aiuto.

Piccoli cambiamenti nello stile di vita accompagnati da pensieri positivi e da un sano dialogo con se stessi possono condurvi con il tempo verso un miglioramento della libido e del desiderio sessuale. Uno dei maggiori ostacoli per godere pienamente del sesso sono i pensieri negativi nei confronti della propria immagine corporea, sia negli uomini che nelle donne. Se ci si tormenta su questa o quella rotondità, o di come il vostro corpo appare dalle diverse angolazioni, è difficile godersi il momento e tanto meno essere lì per il proprio partner.

Lo stigma sociale del sovrappeso e dell’obesità è più forte nelle donne, che, tuttavia, imparano a convivere meglio con il loro corpo, esprimendo la loro sessualità con un partner possibilmente fisso che le tranquillizzi e le rassicuri.

In ogni modo, non acquisite l’idea di questa società di un corpo sexy perfetto; quest’idea non permette alla vostra sessualità e alla vostra sensualità di prosperare all’interno del corpo che avete.

Se ancora non riuscite a pensarvi come “desiderabili”, potete parlarne con il vostro medico di famiglia. Ma se sentite il bisogno di una consulenza più specializzata non esitate a rivolgervi ad esperti nel campo della perdita di peso e dell’immagine corporea.

The following two tabs change content below.

Piergiorgio Stacchiotti

Commenta con Facebook!